Tutto sulla banca: come parlare con la tua banca

Non devi aver paura di chiedere consigli alla tua banca! Scopri come farlo in modo efficace con la nostra guida.

4' di lettura

Dialogare con la tua banca dovrebbe essere la cosa più semplice del mondo. Che tu abbia un problema o semplicemente bisogno di un consiglio per gestire al meglio le tue finanze, mettere in chiaro le tue esigenze dovrebbe essere abbastanza per ricevere una consulenza efficace.

Eppure, tante volte non è così. Basta dare un'occhiata alla nostra indagine condotta in Europa e negli Stati Uniti: soltanto il 31% dei consumatori ritiene di avere mantenuto la situazione sotto controllo durante l'ultima consulenza finanziaria con la propria banca. Al contrario, ben il 43% degli intervistati associa alla conversazione con la banca sentimenti come frustrazione, nervosismo, preoccupazione e persino fastidio.

E così, piuttosto che affrontare i problemi, nascondiamo la testa sotto la sabbia ed evitiamo di contattare la nostra banca finché non diventa inevitabile. Ma le cose dovrebbero andare diversamente: la tua banca dovrebbe comprendere le tue esigenze e accompagnarti nel quotidiano, per permetterti di gestire il tuo denaro nel modo più efficace possibile.

Perché queste conversazioni sono così complicate? Spesso, il problema principale è che il cliente e la banca sembrano parlare due lingue diverse. Se solo le banche usassero il linguaggio di tutti noi per parlare di denaro! Invece, il gergo tecnico e la complessità della burocrazia finiscono per complicare inutilmente le cose.

Ma neanche l'approccio della maggior parte delle banche aiuta la conversazione. A volte, è così rigido e inflessibile che il cliente finisce per convincersi che la banca non voglia realmente aiutarlo, ma cerchi solo di proteggere i propri interessi.

Il risultato finale? Evitiamo di rivolgerci alla banca, a meno che non sia l'unica opzione rimasta. A quel punto, però, le possibili soluzioni si sono ridotte al minimo e la conversazione si fa sempre più spiacevole. Il confronto diventa frustrante e si insinua in noi un'unica convinzione: non ci rivolgeremo mai più alla nostra banca!

Vogliamo rassicurarti: le cose non devono per forza andare così. In questo articolo, ti presentiamo cinque semplici passaggi da seguire per fare in modo che la conversazione con la tua banca diventi un confronto costruttivo.

  1. Preparati: hai bisogno di informazioni su un prodotto specifico o di consigli per il raggiungimento di un obiettivo a lungo termine? Prima di contattare la tua banca, concediti 20 minuti per informarti sul problema che vuoi risolvere e i termini tecnici che ti possono essere utili. E se alcuni termini tecnici ti sembrano incomprensibili, dai un’occhiata alla nostra guida ai termini bancari più comuni.

  2. Definisci un piano: segnati le tre cose più importanti che vuoi ottenere. Questo ti aiuterà a guidare la conversazione nella giusta direzione, invece di perderti nel labirinto del supporto clienti. E, prima di concludere, assicurati di aver compreso esattamente cosa tu e la tua banca dovrete fare per ogni punto del tuo piano.

  3. Descrivi esattamente quello di cui hai bisogno: metti subito in chiaro le tue necessità e spiegane il motivo. Vai subito al dunque, senza fare digressioni o aggiungere dettagli superflui. In questo modo, la persona che sta parlando con te capirà immediatamente le tue esigenze e saprà fornirti i consigli più adatti.

  4. Non aver paura di fare domande: se qualcosa non ti è chiaro, chiedi di ripetere o di spiegarlo con altre parole. La tua banca è lì per aiutarti e il suo compito è assicurarsi che tu comprenda ogni aspetto legato all'argomento. Non lasciarti intimidire e non avere paura di chiedere di parlare con un linguaggio più semplice o di fare esempi concreti, altrimenti la conversazione produrrà solo frustrazione e malcontento.

  5. Concludi facendo il punto della conversazione: se la conversazione è andata come speravi, riassumi in breve quanto è stato appena discusso e assicurati che tu e la tua banca siate sulla stessa lunghezza d'onda. Fare il punto della conversazione è anche un ottimo modo per tornare su eventuali argomenti che hai dimenticato di affrontare o che non avete approfondito come volevi. In questo modo, potrai concludere il tuo confronto con sicurezza e, soprattutto, con un piano concreto per il futuro.

Ma come mettere in pratica questi consigli? Preparati una lista con il tuo piano, le domande che vuoi fare ed eventuali concetti da chiarire. In questo modo, potrai fare affidamento su una struttura ben chiara e avrai la soddisfazione di depennare man mano ogni elemento che viene risolto. La facilità con cui la conversazione procederà potrebbe sorprenderti!

Se procrastiniamo e non chiediamo aiuto quando ne abbiamo bisogno, le nostre finanze non faranno che stressarci, aumentare la nostra ansia e farci trascorrere lunghe notti insonni.

Vorresti finalmente parlare con una banca che parla la tua lingua? O magari hai qualche domanda da farci? Siamo qui per aiutarti! Partecipa alla conversazione sulla nostra pagina Facebook o sul nostro profilo Instagram utilizzando l’hashtag #tuttosullabanca e visita il nostro sito web!

Di N26

La banca che ti conquisterà.

Articoli correlati

Ti potrebbero anche interessare...