Come creare un bilancio familiare

Pianificare le spese familiari può sembrare un’impresa, ma con qualche accorgimento può dare grandi soddisfazioni! Continua a leggere per scoprire come creare un bilancio familiare senza fatica.

Essere adulti comporta varie responsabilità finanziarie: e se hai dei figli, le spese aumentano ancora di più. Tra le rate mensili del mutuo o dell’affitto, l’acquisto di generi alimentari e il costo delle attività extra scolastiche, spesso è davvero difficile trovare delle occasioni per risparmiare.

Malgrado ciò, tutti noi dovremmo cercare di mettere qualcosa da parte, in previsione di un periodo di difficoltà economiche, per fare una vacanza o finanziare gli studi universitari dei figli. Ecco perché può essere una buona idea creare un bilancio familiare che ti aiuti a tenere sott’occhio le spese e a individuare le occasioni di risparmio. Per aiutarti a partire con il piede giusto abbiamo raccolto una serie di consigli e trucchi per creare un bilancio familiare. 

Perché ti occorre un bilancio familiare

Lo scopo di un bilancio familiare è aiutarti a tenere sotto controllo le uscite e, quando possibile, a evitare di spendere troppo. È anche un valido aiuto per raggiungere i tuoi obiettivi di risparmio e accantonare denaro per finanziare i tuoi progetti futuri. 

Non devi considerare il bilancio familiare come un vincolo, ma come un utile strumento per darti pieno controllo delle tue finanze. Inoltre, creare un bilancio e rispettarlo è anche un ottimo modo per dare ai tuoi figli il buon esempio e instillare in loro delle sane abitudini finanziarie sin dalla più tenera età. Vuoi saperne di più su come insegnare ai bambini un atteggiamento responsabile verso il denaro? Leggi il nostro articolo su come imparare a risparmiare fin da piccoli

Aspetti da considerare per creare un bilancio familiare

Gli aspetti su cui riflettere quando si crea un bilancio familiare sono parecchi. Ecco una lista di punti da tenere in considerazione:

  • Distingui fra spese fisse e spese variabili: ogni mese ci saranno delle spese fisse, come il mutuo, l’affitto o i premi assicurativi. Altre spese, come quelle per le bollette e i generi alimentari, possono variare. Individuare i diversi tipi di spese che devi sostenere ogni mese ti aiuterà a fare una stima più accurata delle voci da includere nel bilancio.

  • Rimborso di prestiti e finanziamenti: se hai contratto dei debiti su cui paghi interessi elevati, ad esempio legati a una carta di credito o a un prestito d’affari, è sempre meglio cercare di ripagarli e preservare la tua affidabilità creditizia.

  • Obiettivi di risparmio: insieme al resto della famiglia, decidete come vorreste utilizzare i vostri risparmi, ad esempio per fare un viaggio tutti insieme, per finanziare l’università dei ragazzi o per acquistare una nuova auto.

Come creare un bilancio familiare in 5 passaggi

Con qualche semplice calcolo e la giusta motivazione, creare un bilancio familiare non dovrebbe essere troppo complicato. Per cominciare, segui questi 5 semplici passi:

1. Calcola il tuo reddito familiare

Il primo passo è sommare quello che tu e altri membri della famiglia guadagnate ogni mese. Prendi in considerazione sia i redditi fissi su cui sai di poter contare, sia le entrate extra, ad esempio derivanti dal lavoro freelance.

2. Annota i tuoi costi mensili

Scrivi una lista delle spese familiari mensili, includendo sia le necessità che i desideri. Tieni presente che ogni famiglia ha esigenze e preferenze diverse. Fra le necessità rientrano le spese per il mutuo o l’affitto, l’accudimento dei figli, l’acquisto di generi alimentari, gli spostamenti con i mezzi pubblici o con l’auto, le bollette e i costi telefonici e di internet. I desideri sono gli extra a cui non si è disposti a rinunciare, come le cene al ristorante, gli abiti nuovi o le uscite al cinema. 

3. Calcola il reddito netto

Sottraendo le spese mensili dal reddito otterrai il tuo reddito netto. Avanzano dei soldi? In tal caso potrai aggiungerli ai tuoi risparmi o usarli per ripagare i debiti.

4. Definisci una strategia di risparmio

Una volta stabilito quanto avanza ogni mese, definisci una strategia di risparmio per decidere come destinare quei fondi extra. Non esistono scelte giuste e sbagliate — vuoi mettere da parte dei soldi per quando sarai in pensione o per la caparra di una casa nuova? O magari vuoi risparmiare per una vacanza in famiglia o per festeggiare alla grande il compleanno di tuo figlio? La cosa più importante è che tu senta di avere il controllo delle tue finanze e di ciò che entra ed esce dal tuo conto corrente ogni mese.

5. Rivedi e razionalizza 

Adesso che hai le idee chiare su quanto guadagni, spendi e vuoi risparmiare, è ora di stilare un bilancio. Potrebbe essere il caso di rivedere le tue spese e decidere quali ridurre per contribuire al raggiungimento dei tuoi obiettivi di risparmio. In tal caso, ecco alcuni suggerimenti per razionalizzare le spese:

Generi alimentari Creare (e rispettare) un budget per i generi alimentari richiede un’attenta pianificazione, ma può essere gratificante e divertente. Programmando i pasti in anticipo andrai a fare la spesa con minore frequenza ed eviterai di spendere più del necessario. Prova qualche nuova ricetta e coinvolgi i tuoi figli nella pianificazione dei menù e nella preparazione dei piatti. Quando è possibile farlo, acquistare generi alimentari in larghe quantità aiuta non solo a risparmiare, ma anche a ridurre gli sprechi. Verifica quali negozi propongono delle offerte speciali e decidi cosa cucinare in base agli ingredienti che avrai a disposizione. Naturalmente, nulla ti vieta di mangiare fuori quando lo desideri, ma cerca di farlo solo nelle occasioni speciali o quando hai voglia di cibi che non sei in grado di cucinare.
Bollette e forniture Abitare in una casa dotata di tutti i comfort comporta delle spese, ad esempio quelle per la luce e il riscaldamento. Se vuoi risparmiare, prova ad abbassare il riscaldamento nelle ore notturne, riduci la durata delle docce e ricordati sempre di spegnere la luce quando esci da una stanza. In questo modo ridurrai l’importo delle bollette e le emissioni di CO2. Confronta i vari fornitori per assicurarti di usufruire delle offerte telefoniche e di internet più vantaggiose e cerca di capire se il tuo piano tariffario soddisfa davvero le tue esigenze.
Acquisiti Uscire a fare acquisti ha molti risvolti positivi: fare un regalo a se stessi o alle persone care ci fa sentire bene, così come sostenere il commercio locale. Quando però hai un budget da rispettare è bene cercare di distinguere fra gli acquisti che gratificano davvero e quelli fatti d’impulso. Cerca di riutilizzare gli abiti smessi, frequenta i mercatini dell’usato o organizza uno swap party fra amici per scambiare, ad esempio, gli indumenti diventati troppo piccoli per i vostri figli. Ridurre al minimo gli acquisti ridurrà anche il disordine in casa e ti permetterà di mettere da parte più denaro da reinvestire in un secondo momento.
Mezzi di trasporto e auto Che si debba andare a scuola, in ufficio o a trovare la nonna, gli spostamenti fanno parte della nostra vita quotidiana. Se vuoi risparmiare sui mezzi di trasporto, prova ad andare al lavoro a piedi o in bici: è anche un ottimo modo per fare esercizio fisico gratis! Se non è possibile, prova il car sharing o acquista un abbonamento ferroviario mensile. Se stai per acquistare un’auto nuova, per risparmiare sul carburante orientati su modelli a basso consumo o elettrici.
Sport e salute Mantenersi in forma è essenziale per restare in salute e per molti iscriversi in palestra o a un corso di fitness serve a non perdere la motivazione. Se è il tuo caso, non perdere questa buona abitudine! Ma se ogni mese hai la sensazione di aver sprecato i soldi dell’abbonamento alla palestra, disdicilo e inizia a praticare jogging o power walking. Se a motivarti sono le attività di gruppo, trova qualcuno con cui andare a correre o in piscina.
Tempo libero Le giornate all’aperto con la famiglia sono l’occasione perfetta per far divertire i bambini. Informati sulle attività gratuite disponibili nella tua zona, come parchi, laghi, feste e sagre. Disdici gli abbonamenti ai servizi di streaming che non usi e, quando hai voglia di un film, vai al cinema.
Assicurazione In fatto di assicurazioni è importante informarsi per capire quali sarebbero le tue necessità in caso di incidenti o imprevisti. Confronta i prezzi delle varie polizze disponibili utilizzando gli appositi siti. Verifica se è possibile stipulare delle polizze trasferibili e assicurati di eliminare le coperture superflue.
Vacanze Il tipo di vacanza dipenderà dal budget, dai gusti personali e dal tempo che si ha disposizione. Se stai cercando di risparmiare, scegli una meta vicina a casa, raggiungibile in auto o in treno. Un appartamento in affitto è più economico di un soggiorno in hotel. Oppure, se hai deciso di concederti una vacanza da sogno, risparmia i soldi che ti serviranno tagliando altri costi.

Risorse online per calcolare il bilancio familiare

La tecnologia mette a nostra disposizione vari strumenti digitali che consentono di creare un bilancio familiare in tutta rapidità e semplicità. Assumi il controllo delle tue spese con questi utili strumenti:

  • Calcolatori del bilancio familiare: il calcolatore EPI è una preziosa risorsa per simulare rapidamente online le spese della tua famiglia e offre delle stime basate sui dati economici degli Stati Uniti. I calcoli prendono in considerazione 10 diversi tipi di nuclei familiari (con un massimo di  quattro figli) e i risultati presuppongono uno stile di vita frugale. 

  • App e strumenti di pianificazione finanziaria: le app sono uno strumento pratico e trasparente per semplificare la gestione delle spese familiari e registrare ogni voce di costo. Scegli una banca che ti consente di ricevere notifiche in tempo reale per ogni transazione e imposta bonifici ricorrenti, oppure monitora e analizza le tue spese in determinate categorie. In questo modo ti sentirai più motivato a raggiungere i tuoi obiettivi finanziari, qualunque essi siano. Consiglio: dai un’occhiata alle nostre app di pianificazione finanziaria preferite per aiutarti a creare il tuo bilancio familiare.


Il tuo denaro con N26

Che la tua famiglia sia grande o piccola, impostare e gestire un bilancio è facile con N26. Apri oggi stesso un conto premium per usufruire di Spaces, la funzionalità che ti consente di creare fino a 10 spazi separati dal conto principale per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi di risparmio, o crea una Regola per trasferire denaro automaticamente nei tuoi spazi.

Quali voci di spesa dovrebbero rientrare in un bilancio familiare?

Quando pensi a quali spese includere nel tuo bilancio familiare, chiediti sempre cosa ti occorre, ma anche cosa desideri. Le spese essenziali dovrebbero comprendere le rate del mutuo o dell’affitto, l’acquisto di generi alimentari, le bollette, i costi telefonici e di internet, le spese per l’accudimento dei figli, le spese sanitarie, le polizze assicurative e le tasse. Poi aggiungi i piccoli extra che vuoi concederti, come una cena al ristorante, un pomeriggio di shopping o una vacanza in famiglia.

Da dove si parte per creare un bilancio familiare?

Per prima cosa dovrai determinare il tuo reddito familiare, per sapere con certezza quali sono le entrate mensili. Quindi sottrai i costi fissi, come il mutuo o l’affitto, le spese per gli spostamenti e i premi assicurativi. Poi calcola i costi variabili, ad esempio cenare al ristorante o fare shopping, e sottraili dal reddito per capire quanto denaro ti resta ogni mese e dove puoi risparmiare. Infine, determina i tuoi obiettivi di risparmio e valuta se estinguere eventuali debiti.

Perché dovresti avere un bilancio familiare?

Un bilancio familiare ti consente di monitorare le spese nel loro complesso. È anche un ottimo modo di tagliare i costi e risparmiare per il futuro. Inoltre, serve a evidenziare alcune abitudini di spesa che magari preferiresti modificare e ti incoraggia a spendere in modo responsabile e a risparmiare. Infine, è importante che tutta la famiglia collabori alla gestione del bilancio, affinché tutti si impegnino per raggiungere gli stessi obiettivi.

È giusto condividere il bilancio familiare con i figli?

Dare il buon esempio coltivando abitudini di spesa responsabili e insegnare presto ai bambini che cos’è il denaro è sempre una buona idea. I bambini sono in grado di comprendere il valore dei soldi sin da piccoli, quindi coinvolgerli nella gestione del bilancio sarà educativo e divertente. Vuoi qualche consiglio su come parlare di soldi ai tuoi figli? Leggi l’articolo del nostro blog sull’argomento.

Come devo ripartire il mio bilancio familiare?

Esistono varie strategie di ripartizione del bilancio, a seconda di quanto guadagni, spendi e di altri fattori. Un possibile metodo è la regola 50/30/20. In pratica, il 50% del budget deve essere destinato alle necessità, il 30% al tempo libero e allo svago e il 20% ai risparmi. Questo però è solo un esempio di come suddividere le uscite. In fondo, le scelte finanziarie sono fortemente personali: l’importante è impostare il bilancio familiare in modo da soddisfare le esigenze di tutta la famiglia.

Di N26

La banca che ti conquisterà.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali ed economiche fare riferimento ai fogli informativi.

Articoli correlati

Ti potrebbero anche interessare...