11 trucchi geniali per risparmiare sulla bolletta della luce

Con questi consigli potrai risparmiare fino a 400 € all’anno sui costi relativi all'elettricità!

8' di lettura

Solo risparmiando sulla bolletta dell’elettricità, potresti mettere da parte più di 400 € all’anno: un vero toccasana per i tuoi obiettivi di risparmio! La buona notizia? Una volta imparato come fare, tagliare questa spesa diventerà particolarmente semplice. Se fai sul serio in tema di risparmio, qui troverai tanti trucchi e suggerimenti utili per ridurre la bolletta dell’elettricità.

Come risparmiare sulla bolletta della luce vivendo in un appartamento

Quando si parla di risparmiare sulla bolletta elettrica, non fa molta differenza se vivi in un appartamento o in una casa. Si applicano infatti gli stessi principi. Puoi concentrarti sui modi per ridurre il tuo utilizzo di acqua e luce o trovare modi intelligenti per riscaldare le stanze. A prescindere dal tipo di alloggio, una cosa è certa: risparmiare sulla bolletta dell’elettricità è possibile. Ecco come.

1. Inizia misurando il consumo elettrico

Prima di iniziare a integrare le tue nuove abitudini per risparmiare elettricità, è importante farsi un’idea generale di quanta energia elettrica utilizzi attualmente. Per farlo puoi utilizzare uno strumento di misurazione online, scaricare un’app di auditing o rivolgerti a un professionista. Una volta misurato il tuo utilizzo di energia elettrica, è più facile identificare le aree dove potresti fare dei tagli in termini di consumi.

2. Cambia fornitore di energia

Uno dei modi più semplici per cominciare a risparmiare seriamente sulle bollette dell’elettricità è cambiare fornitore energetico. Andando alla ricerca delle tariffe più economiche, puoi risparmiare centinaia di euro al mese. Per farlo, utilizza un sito web che mette a confronto i vari operatori per capire qual è l’offerta migliore sul mercato.

Scegliendo un account digitale, con cui puoi gestire online le tue bollette mensili, avrai una garanzia in più di avere uno dei migliori piani tariffari disponibili. Spesso è anche più economico, in quanto molte aziende fanno pagare le fatture cartacee. Inoltre, assicurati di inviare regolarmente al tuo fornitore di energia le letture del contatore per non pagare più del dovuto.

3. Controlla le lampadine

Non ti sorprenderà sapere che spegnendo la luce quando esci da una stanza risparmi energia elettrica. Tuttavia, per ridurre il tuo consumo drasticamente, puoi fare molto di più che spegnere semplicemente un interruttore. Un ottimo consiglio è sostituire le tue vecchie lampadine con delle lampade fluorescenti compatte (CFL) o, ancora meglio, con luci a diodi emittenti (LED).

Sebbene le lampadine CFL costino di più di quelle standard, dopo 9 mesi di utilizzo avrai compensato i costi di acquisto risparmiando nel consumo, quindi tutto quello che risparmi dopo questo periodo è da considerarsi puro guadagno. Ma le lampadine LED possono fare anche di meglio. Non solo una lampadina LED è più efficiente del 75-85% di una normale, ma dura anche 15-25 volte più a lungo!

4. Monitora il tuo consumo di acqua

L’acqua calda è il secondo fattore che pesa di più sulla bolletta della luce, ma non deve essere per forza così. Oltre a riparare eventuali rubinetti che perdono e fare attenzione a non sprecarla quando ti lavi i denti, ci sono molte cose che puoi fare per ridurre i costi legati al consumo d’acqua.

Prima di tutto, fai docce più brevi. Scaldare l’acqua consuma molta energia ed è proprio questo, tutto sommato, che la rende un bene costoso. Riducendo il tempo passato sotto la doccia di due minuti, risparmierai già 23 litri per doccia. Se fai la doccia tutti i giorni avrai un risparmio annuale di quasi 8400 litri, il che farà calare di un bel po’ la bolletta dell’elettricità. Senza contare che farai un favore anche all’ambiente.

Come prossimo passo, pensa a sostituire il soffione della doccia con uno più efficiente. Quando cerchi una nuova testina per la doccia su internet, scegline una con un flusso minore di 2,5 gpm. Le testine per doccia a risparmio energetico faranno la loro parte diminuendo il flusso d’acqua senza sembrare di fare la doccia a goccioline.

Infine, prova a ridurre la temperatura della caldaia quando scalda l’acqua. Questa operazione è abbastanza facile da eseguire: la maggior parte delle caldaie è preimpostata a 60°C, ma di solito questa temperatura è molto più di quanto basti. Considera quindi di impostare la caldaia a 50°C. In questo modo ridurrai non solo il bilancio totale di energia consumata, in quanto costa meno scaldare l’acqua fino a 50°C invece che a 60°C, ma anche il costo in più per mantenere l’acqua a quella temperatura quando la caldaia è in standby.

5. Pensa ai tuoi dispositivi elettronici

Lasciare i tuoi dispositivi elettronici in standby invece che spegnerli del tutto aumenta il consumo di energia nel tempo. Un’alternativa comoda è quella di acquistare una presa multipla smart con controllo a distanza a cui attaccare le spine. Questa si spegne infatti automaticamente quando nessun dispositivo è in uso.

6. Preimposta il termostato

Gran parte dell’utilizzo di elettricità è destinato al riscaldamento. Ma basta impostare il termostato in maniera intelligente per ridurre il consumo di energia. Abbassando il termostato anche di soli due gradi, potresti risparmiare fino al 5% sulla bolletta; ridurre la temperatura di cinque gradi ti fa risparmiare addirittura fino al 10%. Investire in un termostato smart, che si adegua automaticamente alla temperatura che desideri, può farti risparmiare sia soldi che tempo.

Un ulteriore consiglio è assicurarsi di aver posizionato il termostato nel luogo giusto. Se è esposto direttamente alla luce solare o vicino a uno spiffero, potrebbe iniziare ad alterare la temperatura e a mangiare così il tuo budget per l’elettricità. Assicurati quindi di aver posizionato il termostato su una parete interna vicino al centro della casa, lontano da raggi solari diretti, finestre, porte, corridoi e dalla cucina.

7. Cambia il modo di lavare i panni

Per risparmiare quando fai il bucato, ci sono tre cose che puoi fare:

  1. Fai la lavatrice solo se riempi il cestello. Fare un ciclo di lavaggio solo per poche magliette e un paio di calzini di sicuro non ti aiuta a ridurre la bolletta della luce.

  2. Lava i tuoi vestiti a una temperatura minore, poiché più l’acqua è calda, più costa.

  3. Stendi i panni per farli asciugare invece di usare l’asciugatrice.

8. Tieni il frigo freddo, ma non troppo

Più bassa è la temperatura del frigo e del freezer, più energia consumi. Imposta invece la temperatura del frigo tra 1,5°C e 3°C e quella del freezer a circa -18°C. Così facendo manterrai i tuoi cibi freschi ma riuscirai comunque a ridurre il consumo totale di energia.

N26 Smart: paga e metti soldi da parte senza ansie

Scopri N26 Smart, il conto che ti offre tutto quello che ti serve per gestire i tuoi pagamenti e mettere soldi da parte in totale serenità.
Scopri di più
Smart Hero (ALL EU) Text/Media Intro.

Come risparmiare sulla bolletta della luce d’estate e d’inverno

Dal momento in cui gran parte dell’utilizzo di elettricità serve per scaldare o raffreddare la casa, è importante adeguare le proprie abitudini di consumo energetico alle stagioni. Ecco alcuni consigli su come fare.

9. Acquista un termosifone elettrico

Questo consiglio è particolarmente rilevante se vivi da solo o se lavori da casa e devi scaldare soltanto una stanza. In tal caso potrebbe essere più economico spegnere il termostato e investire in un termosifone elettrico, invece che usare il riscaldamento centralizzato. Evitando di scaldare l’intera casa o l’intero appartamento senza motivo, potrai risparmiare seriamente sulla bolletta dell’elettricità. Ricordati comunque di spegnere il termosifone quando lasci la stanza per evitare il rischio di incendio.

10. Sigilla i passaggi d’aria

Se le finestre sibilano o senti uno spiffero provenire dalla porta, forse converrebbe sigillare questi passaggi d’aria in maniera più efficace. Le perdite d’aria possono essere una vera piaga per la tua bolletta, perché i termosifoni devono consumare più energia per ridarti tutto il calore disperso intorno a porte e finestre. In ogni caso, lo si può fare in maniera semplice ed economica.

Il metodo più semplice è investire in dei profilati di tenuta a pressione disponibili in gomma o in plastica. Hanno un adesivo sul retro in modo da poter essere facilmente attaccati, facendo un po’ di pressione, alla cornice di porte e finestre. La gomma o la plastica fungono da guarnizione, evitando che l’aria entri o esca. Oltretutto hanno anche un effetto cuscinetto, attutendo l’impatto quando le ante sbattono. Una volta installati, assicurati di sostituirli ogni tre anni per fare in modo che siano sempre utili.

11. Scegli il vestiario in modo efficiente, anche dal punto di vista energetico

Può sembrare ovvio, ma indossare dentro casa indumenti caldi d’inverno e vestiti freschi d’estate può essere un modo per evitare continui adattamenti della temperatura. Investire in una semplice vestaglia di alta qualità o un maglione caldo da mettere a casa nei mesi invernali può aiutarti a ridurre drasticamente la tua bolletta annuale dell’elettricità.


I tuoi soldi su N26

Non c’è niente di meglio che essere finanziariamente indipendenti: per questo noi di N26 siamo qui per aiutarti a pianificare meglio le spese. Tutti i nostri conti ti permettono di ricevere notifiche push per tutte le tue uscite ed entrate, così da essere sempre aggiornato sul tuo saldo. Con tutti i conti premium avrai accesso a funzionalità speciali come Spaces, grazie alla quale puoi creare spazi separati dal tuo conto principale e dare a ognuno un nome in base all’obiettivo di risparmio. Dai un’occhiata alla pagina con i nostri conti per scegliere quello che fa al caso tuo. Vogliamo rendere più semplice la gestione delle tue finanze, in modo che tu possa iniziare a risparmiare per le cose che contano per te.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali ed economiche fare riferimento ai fogli informativi.

Di N26

La banca che ti conquisterà.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali ed economiche fare riferimento ai fogli informativi.

Articoli correlati

Ti potrebbero anche interessare...