goccia d'aqua.

Come risparmiare acqua: 8 consigli per abbattere i costi

Ecco 8 consigli su come risparmiare acqua in vista di eventuali rincari

7' di lettura

Conoscere qualche piccolo trucco su come risparmiare acqua può aiutarti a tagliare i costi in bolletta di centinaia di euro all’anno, soldi che potresti mettere da parte per un viaggio, un investimento o un mutuo. Contrariamente a quello che molti pensano, non sprecare acqua è semplicissimo, a patto che diventi una vera e propria abitudine.

Se pensi di essere in grado di modificare le tue abitudini sfruttando qualche suggerimento utile, in questo articolo troverai tutto quello che c’è da sapere.  

Come risparmiare acqua in casa nella vita quotidiana

Oltre a chiedersi come risparmiare sulla luce, tantissimi consumatori si stanno chiedendo come risparmiare acqua in vista di eventuali rincari futuri, visto che il mercato delle utenze sembra essere pieno di sorprese.

D’altronde, il risparmio idrico è un tema che sta a cuore a molte persone, dato che l’acqua non è infinita e va gestita in maniera intelligente per preservare il bene delle generazioni future. 

Tra l’altro, i continui aumenti di siccità in vari paesi, tra cui l’Italia, hanno causato numerosi problemi nel settore primario, in particolare nel mercato ortofrutticolo.

A tal proposito, abbiamo creato una guida in cui troverai 8 consigli per non sprecare acqua, così da risparmiare e salvaguardare il pianeta con qualche piccolo ma utile gesto.

Scopri N26 Spaces

Usa N26 Spaces per organizzare facilmente i tuoi soldi e risparmiare per i tuoi obiettivi.
Scopri i vantaggi di un sottoconto
Diversi spazi N26 per risparmiare denaro.

1. Inizia chiudendo il rubinetto

Una delle prime regole per non sprecare l’acqua è quella di saper gestire i consumi del rubinetto. Quante volte ti capita di lavarti i denti e, puntualmente, lasciare il rubinetto aperto?

Lo stesso vale per i momenti in cui ci si rade la barba, ci si insapona i capelli o ci si strucca. Insomma, ogni qualvolta usi il rubinetto del bagno, cerca sempre di chiuderlo nei momenti di inutilizzo.

Un piccolo trucco per radersi e risparmiare, ad esempio, è quello di riempire il lavandino o un recipiente di medie dimensioni con un po’ d’acqua, in modo da sciacquare il rasoio senza sprechi e risparmiare circa 10 litri per ogni minuto di rasatura. 

2. Utilizza un frangigetto

Vuoi sapere come risparmiare acqua senza doversi neanche impegnare? Semplice: ti basta usare un frangigetto sul proprio rubinetto. 

Si tratta di un piccolo accessorio facilmente installabile sulla bocca del rubinetto che, grazie a un pratico sistema di ventilazione, consente di ridurre la fuoriuscita d’acqua senza comprometterne la resa. 

In altre parole, potrai risparmiare fino al 50% sui consumi idrici con un investimento davvero minimo, evitando di sprecare l’acqua in cucina o in bagno.

3. Installa una doppia pulsantiera nel WC

Ogni volta che utilizzi lo scarico del water, stai consumando in media ben 10 litri d’acqua, che potresti risparmiare per abbattere i costi in bolletta.

Tra i consigli per non sprecare acqua, infatti, c’è l’installazione di una doppia pulsantiera nella cassetta del WC. Sostanzialmente, la cassetta dispone di due pulsanti, uno più grande e uno più piccolo, utilizzabili a seconda delle esigenze. In questo modo, si possono limitare i consumi, soprattutto quando non si necessita di tanta acqua.

Il pulsante piccolo, normalmente, eroga circa 5 litri d’acqua durante lo scarico, dimezzando la quantità di risorse che utilizzeresti premendo il pulsante più grande presente nella maggior parte dei casi.

4. Se possibile, cerca di riutilizzare l’acqua

Ora che hai scoperto come risparmiare acqua chiudendo i rubinetti di casa e installando dei soffioni per limitare i consumi, per evitare ulteriori sprechi inutili dovrai impegnarti un po’ di più. 

Un esempio pratico è applicabile durante la pulizia dei piatti. Durante il risciacquo, prova a disporre un contenitore al centro del lavandino, in modo da riempirlo con l’acqua in eccesso che potrai utilizzare nuovamente.

Una volta finito, potrai utilizzare la stessa acqua per innaffiare le piante o il giardino, facendo sempre attenzione a non versarla su piante commestibili. Questo perché l’acqua sporca può facilmente contaminare e diventare pericolosa. 

5. Controlla eventuali perdite

Per limitare ulteriormente gli sprechi e seguire tutte le regole su come non sprecare l’acqua, il controllo di eventuali perdite nelle tubature è di fondamentale importanza.

A prescindere dal modo in cui cambierai le tue abitudini, infatti, le perdite di acqua avverranno in ogni caso, mandando in fumo tutte le tue buone intenzioni per risparmiare sulla bolletta e salvaguardare il pianeta.

Per capire l’incidenza delle perdite sui costi dell’acqua, ti basterà sapere che un utente medio spreca all’incirca 2.000 litri d’acqua all’anno soltanto a causa delle tubature o degli erogatori malfunzionanti.

6. Sfrutta l’acqua del condizionatore per stirare i tuoi panni

Quante persone utilizzano il condizionatore o il deumidificatore durante l’estate? Quante volte ti capita di buttare intere bacinelle d’acqua dopo aver utilizzato questi dispositivi? Ecco, sappi che puoi utilizzare quell'acqua per stirare i tuoi panni.

Ovviamente, va sottolineato che l’acqua del condizionatore non è distillata, di conseguenza non è pura allo stesso modo. Tuttavia, si tratta di un’acqua di condensa, che viene ottenuta dal processo di raffreddamento dell’aria.

Essendo priva di calcare, quindi, puoi usarla tranquillamente con un ferro da stiro, senza preoccuparti di danneggiarlo. L’importante è che il condizionatore non abbia subito guasti e che non siano stati usati agenti chimici. 

Come non sprecare l’acqua calda

Non a tutti interessa sapere come risparmiare acqua fredda. Difatti, la maggior parte dei consumatori vuole consigli per non sprecare acqua calda, una risorsa che oltre a incidere sui consumi idrici, come vedremo più avanti, incide anche sulla bolletta del gas.

Di seguito troverai alcune regole per non sprecare l’acqua calda in casa, una risorsa essenziale sia per ogni nucleo familiare.

7. Preferisci la doccia alla vasca

Il primo consiglio su come risparmiare l’acqua calda è senz’altro relativo al modo in cui ci laviamo e, soprattutto, a ciò che utilizziamo per farlo. In questo senso, una vasca da bagno richiede un consumo di acqua calda maggiore rispetto alla doccia, a seconda delle dimensioni.

Inoltre, il flusso continuo di acqua calda incide ancora di più sulla bolletta del gas. Per questo motivo, una doccia calda della durata massima di 10 minuti, facendo attenzione a chiudere il rubinetto quando ci insaponiamo, consentirà un risparmio notevole rispetto all’uso della vasca.

8. Gestisci bene la lavatrice

A seconda del tipo di lavaggio, una lavatrice può consumare una quantità minore di acqua calda e di luce. In questo caso, non è complicato capire in che modo risparmiare acqua calda, ma ci teniamo a fare un po’ di chiarezza.

Il primo passo da fare è quello di sostituire il vecchio modello di lavatrice optando per un modello moderno con una classe di efficienza energetica A+ o superiore. A questo si può aggiungere l’utilizzo, quando possibile, delle modalità eco o dei lavaggi brevi. 

Inoltre, se vuoi risparmiare ancora di più, ti consigliamo di selezionare una temperatura di 30°C, che ti aiuterà a evitare sprechi inutili, soprattutto quando lavi indumenti che non necessitano di temperature troppo elevate. 

Quanto incide sulla bolletta del gas la produzione di acqua calda?

In questa breve sezione vedremo come risparmiare acqua calda può aiutare a risparmiare sulla bolletta del gas. Per fare un esempio pratico, la domanda da porsi è: “quanto gas consumo per fare una doccia?”

Prendendo dei parametri di base, infatti, è possibile capire più o meno quanti metri cubi standard (smc) si utilizzano per una doccia di 5 minuti, ipotizzando di avere una caldaia da 26 kW con una capacità di 12 litri, una temperatura di partenza dell’acqua di 14°C e una temperatura finale di 50°.

Con un rendimento dell’85%, valore medio delle caldaie convenzionali, ci vorrà circa 1 minuto e mezzo per raggiungere la temperatura. Di conseguenza, una doccia di 5 minuti, che consuma più o meno 40 litri di acqua calda, contribuirà a un consumo di 0,2 smc. 

Moltiplicando questi valori per i componenti della famiglia e per il numero di docce fatte al mese, possiamo affermare che per risparmiare acqua calda, una delle prime abitudini su cui si dovrebbe lavorare è proprio la doccia.

Riducendo i tempi e abbassando le temperature, oppure chiudendo il rubinetto quando ci si insapona, il risparmio è notevole sia in termini di acqua sia di gas.

Il conto corrente per gestire più facilmente il tuo budget

Effettua le tue operazioni bancarie e metti soldi da parte senza pensieri. Semplice, sicuro, smart: scopri il conto corrente con IBAN italiano che ti offre pieno controllo del tuo denaro
Lista d'attesa (nuova tabella)
Smart Hero (ALL EU) Text/Media Intro.

Tieni il conto con N26

Per tenere al sicuro le tue spese ed evitare calcoli complicati ogni mese, puoi affidarti a N26. Il nostro obiettivo è di aiutarti a diventare finanziariamente indipendente, mostrandoti come pianificare e gestire al meglio ogni singola spesa, dalle bollette a quelle quotidiane.

Con una app semplice e intuitiva, avrai la possibilità di ricevere notifiche in tempo reale dopo ogni transazione, oltre alla possibilità di tracciare le tue spese e creare degli spazi separati dal tuo conto principale per i tuoi obiettivi di risparmio. Dai un’occhiata ai nostri conti!

Articoli simili all'argomento

Di N26

La banca che ti conquisterà.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali ed economiche fare riferimento ai fogli informativi. Limitazioni alla nuova clientela N26. La Succursale Italiana di N26 è stata recentemente oggetto di un provvedimento da parte della Banca d'Italia.

Articoli correlati

Ti potrebbero anche interessare...
Piggy bank to symbolize budgeting tips (how to save money).

Come risparmiare: 3 consigli per mettere soldi da parte senza sforzo

Risparmiare non deve per forza essere complicato. Inizia oggi stesso a far quadrare i conti con i nostri semplici consigli!

Donna sdraiata su un divano che guarda il suo cellulare e uomo che lavora al computer.

12 trucchi per risparmiare mentre si studia

Gestisci al meglio il tuo budget da studente universitario. Con questi suggerimenti puoi iniziare a risparmiare per i tuoi progetti futuri.

foto di un cucciolo.

Quanto costa mantenere un cane? Una guida sui costi da affrontare

Adottare un cane è un’esperienza meravigliosa, ma sei sicuro di essere pronto anche dal punto di vista economico? Dall'acquisto alle spese veterinarie, scopri quanto costa mantenere un cane.