Cos’è il codice IBAN?

Il codice IBAN, acronimo di International Bank Account Number, serve a effettuare pagamenti rapidi e sicuri in Italia e all’estero. Questo codice, univocamente associato a te e al tuo conto, offre un sistema di salvaguardia che controlla i dati dell’account prima di trasferire il denaro tra banche di paesi diversi. L’IBAN può contenere fino a 34 lettere e numeri, e ogni serie di caratteri fornisce informazioni sull’account da verificare nel corso della transazione.

A cosa serve il codice IBAN?

Il sistema IBAN è stato ideato per semplificare i bonifici all’estero, ma in alcuni paesi viene utilizzato anche per i bonifici nazionali. Diversamente dal numero di conto e dal codice identificativo della banca, il codice IBAN fornisce informazioni sulla banca del titolare del conto, sul paese in cui ha sede la banca e altri dati relativi al conto. Questo livello di sicurezza extra riduce le transazioni errate, i pagamenti respinti e rende più rapidi i bonifici tra paesi diversi. L’IBAN può essere usato solo per inviare o ricevere denaro, non per effettuare altre transazioni, come i prelievi di contante.

Come funziona il codice IBAN

Quando effettui una transazione con l’estero, i caratteri che compongono il tuo codice IBAN sono elaborati dal sistema di pagamento della tua banca. Confrontando i numeri e le lettere del codice IBAN con le informazioni contenute nella banca dati, il sistema conferma la validità del conto di chi ordina il bonifico e di chi lo riceve. Per elaborare e controllare i dati inclusi nel codice IBAN si utilizzano appositi algoritmi. Se i dati sono convalidati, il pagamento va a buon fine.

Cosa rappresentano i caratteri del codice IBAN?

Ogni serie di caratteri del codice IBAN trasmette alle banche un’informazione precisa. L’IBAN inizia con un codice a due lettere che indica il paese, ad esempio ‘FR’ per la Francia e ‘DE’ per la Germania. I due numeri che seguono sono cifre di controllo, e rappresentano un livello di sicurezza specifico della banca. La serie di numeri successivi, detta anche BBAN (Basic Bank Account Numbers) identifica le coordinate bancarie nazionali. Il BBAN include i codici identificativi della banca, della filiale e del numero di conto, anche se il formato può variare a seconda del paese aderente al sistema IBAN.

Chi utilizza il codice IBAN?

Anche se in origine il codice IBAN è stato ideato per i pagamenti fra banche dell’eurozona, ora è utilizzato in più di 70 paesi del mondo. Nazioni come Canada e Stati Uniti non hanno adottato il codice IBAN, che quindi non è necessario per trasferire denaro in quei paesi. L'IBAN è però richiesto nelle transazioni internazionali verso un paese che ha adottato il medesimo sistema.

mappa del mondo con banconote.

Dove trovo il mio codice IBAN?

In alcuni paesi l’IBAN è riportato direttamente sulle carte bancarie, mentre in altri no. Se ti serve il tuo codice IBAN, contatta la tua banca e richiedilo — se risiedi in un’area che ha adottato il sistema IBAN, ti verrà senz’altro fornito. Con tutta probabilità, puoi anche trovare il tuo codice IBAN all’inizio del tuo estratto conto o nell’app di online banking della tua banca. Ad esempio, il titolare di un conto N26 può visualizzare il proprio codice IBAN direttamente dalla sua app.

Dove trovo il mio IBAN N26?

Come usare un generatore di codici IBAN

Puoi risalire al tuo IBAN anche servendoti di un calcolatore di IBAN online. Poiché il sistema IBAN è un sistema di codifica accettato in tutto il mondo, il calcolatore è in grado di ricavarlo basandosi sulla configurazione preimpostata dal sistema e dal tuo paese: devi solo inserire il codice del paese, il codice ABI, il codice CAB e il tuo numero di conto. Puoi anche controllare che l’IBAN fornito dal destinatario del bonifico sia attivo con un apposito strumento di verifica del codice IBAN.

Quanto è sicuro l’IBAN?

Usare il codice IBAN per effettuare bonifici è considerato un metodo sicuro dagli enti regolatori dell’eurozona, ed è regolarmente utilizzato per effettuare pagamenti all’estero. Il maggiore vantaggio per la sicurezza è che il codice IBAN consente ad altri di inviare bonifici sul tuo conto, ma non di ritirare denaro o trasferire fondi dal tuo conto. Quindi i tuoi soldi sono al sicuro.

Qual è la differenza fra codice IBAN, SWIFT e BIC?

Per i pagamenti all’estero potrebbero essere richiesti i codici IBAN, SWIFT o BIC. I codici SWIFT e BIC (Bank Identifier Code) servono entrambi a identificare il paese, la banca e la filiale dove risiede il conto del beneficiario. L’IBAN identifica le specifiche coordinate del conto coinvolto nella transazione, oltre che la banca e la filiale. Il codice BIC o SWIFT include fino a 11 caratteri.

Gli acronimi bancari dell’Unione Europea
Un elenco di sigle bancarie.

Bonifici all’estero

Utilizzare il codice IBAN riduce gli errori nell’effettuare bonifici all’estero e quindi aiuta a evitare le commissioni extra applicate dalle banche per revocare i pagamenti errati. Inoltre accorcia i tempi di trasferimento del denaro. Effettuare un bonifico verso l’estero dal tuo conto corrente può costare tempo e denaro. Vuoi scoprire come ricevere e inviare soldi da e per l’estero in modo facile e rapido? Leggi la nostra guida ai migliori modi per inviare denaro all’estero online.

Transazioni SEPA internazionali con N26

Tutti i conti N26 consentono di effettuare transazioni nell’eurozona tramite SEPA. Utilizzando il codice IBAN per trasferire denaro da un conto all’altro, il bonifico SEPA standard consente di elaborare il pagamento in un solo giorno lavorativo.

Hai fretta? Se sia il tuo conto sia quello del beneficiario sono abilitati al bonifico SEPA istantaneo, l’operazione sarà completata entro 10 secondi dalla conferma, così potrai effettuare bonifici internazionali istantanei in pochi clic. Scopri di più sui bonifici SEPA con N26.

Apri un conto N26 in pochi minuti per effettuare pagamenti internazionali rapidi e sicuri con il bonifico SEPA standard e il bonifico SEPA istantaneo.

Trova il conto che fa per te

N26 Standard

Tutto quello che ti serve per avere le tue finanze sotto controllo

N26 carta virtuale.

Carta trasparente

0,00 €
/mese
  • Carta di debito virtuale
  • Pagamenti gratis
  • Statistiche
  • Tutela dei depositi
Popolare

N26 Smart

Tutto quello che ti serve per avere le tue finanze sotto controllo

Carta N26 You, Rhubarb.
4,90 €
/mese
  • Carta di debito virtuale
  • 10 spazi per risparmiare
  • Spazi Condivisi
  • Regole per arrotondare

N26 You

Il conto corrente ideale a casa e in viaggio con una Mastercard colorata

Carta N26 You, Petrol.
9,90 €
/mese
  • Prelievi gratis ovunque in qualsiasi valuta
  • Copertura viaggi
  • Copertura spese mediche
  • Polizza sport invernali

N26 Metal

Con un'esclusiva carta in acciaio e vantaggi premium

N26 Metal - Nero Carbone.
16,90 €
/mese
  • Carta in acciaio (18 gr)
  • Prelievi gratis in euro
  • Copertura noleggio auto
  • Assicurazione smartphone

Tutti gli IBAN di N26 iniziano con DE (Germania), IT (Italia), o ES (Spagna), a cui seguono le due cifre di controllo e il nostro codice bancario (10011001). Le ultime 10 cifre corrispondono al tuo numero di conto corrente.

E, oltre a poter inviare bonifici SEPA con la massima rapidità e sicurezza, grazie alla nostra collaborazione con Wise puoi anche trasferire denaro all’estero in più di 30 valute al tasso di cambio reale.

Da non confondersi con il numero di conto corrente o con il codice identificativo della banca, l’IBAN è una serie di caratteri alfanumerici associata al tuo conto corrente per effettuare transazioni in Italia e all’estero. Nato per inviare o ricevere soldi fra paesi diversi, il codice IBAN fornisce i dati necessari a verificare il numero di conto, il paese in cui ha sede la banca e altre informazioni relative al conto corrente. Quando si effettua un pagamento il codice IBAN viene verificato tramite un apposito registro, per confermare che il beneficiario indicato sia corretto. Oggi il sistema IBAN è utilizzato in più di 70 paesi del mondo.

Un IBAN è composto da un massimo di 34 caratteri alfanumerici. Inizia con un codice identificativo del paese di due caratteri, seguito da due cifre di controllo e dal codice BBAN (Basic Bank Account Number) che contiene le coordinate della tua banca e del tuo conto corrente. Il formato dell’IBAN varia da paese a paese, anche se tutte le variazioni sono conformi al sistema di codifica. La sezione dell’IBAN relativa al BBAN include il tuo codice bancario e il codice identificativo della filiale della tua banca.

Se il codice IBAN inserito è errato e a esso non corrisponde un conto corrente, la transazione viene rifiutata. Ma se viene inserito un IBAN che corrisponde a un conto situato presso quella banca, anche se il nome del beneficiario è errato probabilmente il bonifico andrà a buon fine e non potrà essere revocato senza il permesso del beneficiario. Se temi di aver inserito un codice IBAN errato, contatta la tua banca per ricevere assistenza.

Il sistema IBAN utilizza specifici algoritmi estremamente precisi e il sistema è stato progettato per individuare eventuali errori confrontando l’IBAN con i dati del titolare del conto corrente. Per ridurre al minimo il numero di transazioni errate, le tue coordinate vengono verificate immettendole in una banca dati internazionale che effettua controlli a livello di struttura e di formato. Questo sistema è stato creato in accordo con gli istituti bancari e gli enti regolatori di diversi paesi, allo scopo di adottare un metodo uniforme che consenta di svolgere le necessarie verifiche. Il codice IBAN può essere usato solo per inviare e ricevere denaro fra conti correnti, non per prelevare denaro o per trasferire la titolarità del conto.

Il codice SWIFT consente di determinare la banca specifica usata per effettuare la transazione, mentre l’IBAN identifica il conto corrente specifico utilizzato per effettuare il pagamento. Il codice SWIFT è un formato standardizzato di codice BIC (Business Identifier Code) e viene utilizzato per trasferire denaro da una banca all’altra, condividendo i dati tramite una rete sicura e regolamentata.

Nella maggior parte dei casi, il codice IBAN è presente sulla tua carta. In caso contrario, controlla i tuoi estratti conto o l’app della tua banca. In alternativa, puoi contattare direttamente la tua banca. Se sei un cliente N26, dai un’occhiata a questo articolo per scoprire come trovare il tuo codice IBAN.

Nonostante il codice IBAN sia stato ideato per i pagamenti tra banche presenti nella zona euro, oggi è utilizzato in più di 70 paesi del mondo, compresi i Caraibi e il Medio Oriente. A partire da maggio 2020, sono 77 i paesi che utilizzano il codice IBAN. Puoi visualizzare una lista dei paesi su questa pagina.

Articoli correlati

Simbolo dell'euro.

Banking basics: conosci il tuo conto bancario

Facciamo luce sulle operazioni bancarie. Leggi la nostra guida per comprendere meglio il tuo conto.

Bandiera UE ma le stelle sono simboli dell'Euro.

Banking basics: le norme bancarie dell’UE

In questo articolo esaminiamo le principali normative che regolano il settore bancario europeo e spieghiamo cosa significano per te e per il tuo conto.

Un elenco di sigle bancarie.

Banking basics: la tua guida agli acronimi bancari dell’Unione Europea

Ti sei mai chiesto cosa significano gli acronimi utilizzati dalle banche? Qui troverai tutte le risposte che cerchi.