due mani si passano una carta di credito.

Clonazione carta di credito: come difendersi in caso di carta clonata

Se pensi di avere la carta di credito clonata, molto probabilmente vuoi sapere come risolvere il problema. Di seguito una guida completa su come proteggere le carte dalla clonazione.

6' di lettura

Al giorno d’oggi, sono migliaia e migliaia gli utenti che pagano con carta di credito qualsiasi tipo di acquisto, dalla spesa per la famiglia al semplice caffè al bar. 

La comodità di non dover tenere denaro contante, di non dover riempire il portafoglio di monete e di avere tutto a portata di mano sul proprio smartphone, d’altronde, è apprezzata dalla maggior parte dei consumatori, anche da coloro che erano scettici in passato.

Tuttavia, per quanto le tecnologie e i sistemi di sicurezza adottati siano avanzati, può capitare di assistere alla clonazione della carta di credito a causa di acquisti su portali sbagliati o in seguito ad un prelievo su un ATM “modificato”.

In questa guida vedremo nel dettaglio non solo cosa fare in caso di carta di credito clonata, ma anche come prevenire la clonazione delle carte di credito adottando qualche piccola ma utile precauzione. Cominciamo!

La sicurezza in N26

In N26, la sicurezza è la nostra priorità. Scopri un'esperienza di mobile banking al 100%.
La sicurezza in N26
illustrazione che mostra uno scudo verde come segno di sicurezza e protezione.

Clonazione carta di credito: cosa significa?

Com’è facile intuire, la clonazione della carta di credito avviene nel momento in cui, durante un pagamento, un prelievo o qualsiasi altro tipo di operazione, un malintenzionato si impossessa dei nostri dati sensibili come il PIN o il codice di sicurezza

In questo modo, il ladro può facilmente utilizzare i nostri dati per fare acquisti o prelevare tutti i fondi presenti all’interno della carta. Il furto può avvenire in diversi metodi, ma i principali sono sicuramente l’utilizzo di ATM skimmer o le clonazioni tramite Sim Swap.

Inoltre, alcuni ladri più esperti si muniscono dei cosiddetti lettori RFID, che consentono di leggere i dati sensibili della carta. Vediamo ogni metodo uno per uno, in modo da capire come potersi difendere.

Come clonano le carte i malintenzionati e come difendersi?

Sapere come clonano le carte i malintenzionati può essere molto d’aiuto per evitare situazioni spiacevoli, in quanto conoscendo le loro strategie possiamo riuscire a prevenire un attacco.

Clonazione carta di credito tramite ATM skimmer

Con questo metodo di clonazione, il malintenzionato riesce a rubare i dati sensibili della carta tramite un ATM, quindi durante un prelievo di contanti

Nel caso degli ATM skimmer, di conseguenza, il consiglio principale è quello di esaminare sempre con attenzione il bancomat da cui stiamo prelevando, in quanto potrebbero esserci mini telecamere o tastierini modificati dall’interno che permettono di salvare il PIN di sicurezza durante l’inserimento.

Clonazione carta di credito tramite SIM swap

Con questo secondo metodo di clonazione, invece, il ladro può clonare la scheda SIM in modo da poter superare le verifiche di sicurezza quali autenticazione a due fattori e codici OTP.

Nel caso di SIM Swap, di conseguenza, è bene verificare che non arrivino spesso messaggi sospetti e che non si ricevano SMS in cui viene chiesto di modificare le password. Questi infatti, sono dei veri e propri tentativi di phishing, che consentirebbero al ladro di impossessarsi dei vostri dati cliccando semplicemente su un link o scaricando un allegato.

Anche le email possono essere un campanello d’allarme, poiché anche se slegate dalla SIM, possono comunque rappresentare un buon mezzo per accedere ai tuoi account bancari.  

Clonazione carta di credito tramite contactless

Anche se sembra impossibile, la clonazione della carta di credito può avvenire persino tramite contactless. Tantissime carte moderne, infatti, includono la tecnologia contactless, ovvero un sistema che consente di pagare semplicemente appoggiando la carta sul POS.

Nella maggior parte dei casi, questo metodo consente di pagare senza neanche inserire il PIN per importi al di sotto dei 25€, ottimizzando i tempi e rendendo l’esperienza d’acquisto più piacevole. 

Inoltre, viene usata la tecnologia RFID (Radio Frequency Identification), che permette di criptare la transazione aumentando notevolmente il livello di sicurezza. 

Tuttavia, se un malintenzionato si munisce di un lettore RFID e un dispositivo mobile o un laptop, potrebbe avvicinarsi, magari mentre siete in metro o su un autobus, e rubare i vostri dati sensibili a distanza.

Di conseguenza, un consiglio utile per evitare casi di carta clonata è sempre quello di guardarsi intorno quando ci si trova in luoghi affollati, e se possibile munirsi di un porta carte di credito in metallo. Molti di questi, infatti, hanno un apposito rivestimento aggiuntivo che evita la lettura della carta. 

Clonazione carta di credito: cosa fare in caso di carta clonata

Nel caso in cui non ti accorgi in tempo che la carta è clonata, non preoccuparti, perché puoi comunque riuscire a salvare i tuoi fondi, o almeno quelli che non sono già stati utilizzati dal ladro. 

La prima cosa da fare è sicuramente bloccare la carta di credito. Con carte come N26, puoi farlo semplicemente dall’app in qualsiasi momento. Basta accedere, selezionare la voce Carte e cliccare su Impostazioni. Da lì potrai ridurre al minimo i limiti di spesa o bloccare immediatamente la carta, impedendo al malintenzionato di rubare i tuoi fondi

Un ulteriore consiglio può essere quello di recarsi dalle forze dell’ordine e denunciare l’accaduto, magari fornendo le specifiche di eventuali transazioni illecite. Dalle transazioni si può anche risalire al luogo in cui è stato effettuato il pagamento, così da individuare la zona dal quale sta operando il malintenzionato.

Una volta fatta la denuncia, si può anche richiedere un risarcimento alla propria Banca, sempre entro i limiti contrattuali, inviando una copia della denuncia e l’estratto conto. In questi casi è bene contattare immediatamente il proprio servizio di assistenza per ricevere informazioni dettagliate a seconda della banca di appartenenza. 

Come prevenire la clonazione delle carte di credito

Se non vuoi avere la carta clonata, è bene seguire tutte le buone norme di sicurezza, soprattutto quando fai shopping online. La prima cosa da fare è controllare almeno due volte al giorno il proprio saldo. In questo modo ti accorgerai subito se manca del denaro o se ci sono movimenti sospetti. 

Per facilitare il processo, attiva le notifiche via SMS, in modo da ricevere un messaggio ogni volta che viene effettuato un pagamento. Ricorda ovviamente di non confondere gli alert con i messaggi di phishing: in alcuni casi, infatti, potresti ricevere SMS che invitano a cliccare su un link per vedere i tuoi movimenti.

Evita assolutamente di cliccare, e apri il saldo dall’app nativa in modo da rimanere al sicuro. Inoltre, se vuoi uno strato di protezione aggiuntiva, ricordati di attivare il 3D Secure. Si tratta di una nuova tecnologia che aggiunge un passaggio di autenticazione quando si compra online, o per qualsiasi altra transazione dove la carta non è fisicamente presente

Questo strato aggiuntivo renderà la vita difficile ad un eventuale ladro, che avrà bisogno di confermare in qualche modo la transazione tramite un dispositivo fisico come lo smartphone o tramite riconoscimento facciale

Tale metodo è anche conosciuto come autenticazione a due fattori, e può prevedere in alcuni casi l’uso di password temporanee inviate direttamente all’utente. Ovviamente, se non vuoi subire clonazione di carta di credito o frodi bancarie, non fornire mai i tuoi dati sensibili, neanche ai tuoi amici più fidati.

Il conto corrente per gestire più facilmente il tuo budget

Effettua le tue operazioni bancarie e metti soldi da parte senza pensieri. Semplice, sicuro, smart: scopri il conto corrente con IBAN italiano che ti offre pieno controllo del tuo denaro
Lista d'attesa (nuova tabella)
Smart Hero (ALL EU) Text/Media Intro.

I tuoi fondi in sicurezza con N26

Con N26 i tuoi fondi sono al sicuro, in quanto potrai sfruttare sistemi di protezione avanzati come il 3D Secure e un PIN aggiuntivo per i bonifici in uscita. Attivando le notifiche push, inoltre, saprai sempre se ci sono movimenti sospetti, tutto in tempo reale!

Non dimenticare poi che potrai gestire le tue finanze comodamente dal tuo smartphone, scaricando una semplice applicazione. Se vuoi saperne di più, ti invitiamo a dare un’occhiata ai nostri conti

Di N26

Love your bank

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali ed economiche fare riferimento ai fogli informativi. Limitazioni alla nuova clientela N26. La Succursale Italiana di N26 è stata recentemente oggetto di un provvedimento da parte della Banca d'Italia.

Articoli correlati

Ti potrebbero anche interessare...

Impara a distinguere le comunicazioni di N26 dai messaggi fraudolenti

I truffatori possono spacciarsi per rappresentanti di N26 con l’obiettivo di rubare i dati dei clienti. Scopri in che modo ti contatta N26 in modo da riconoscere eventuali truffe.

Dott.ssa Anastasia Kotovskaia, LL.M.

Cybersecurity e resilienza operativa: le sfide per il settore finanziario

La dottoressa Anastasia Kotovskaia, esperta di mercati finanziari, rivela come le aziende stiano rafforzando la sicurezza informatica e quali sfide normative si prospettino per il settore.

Donna che tiene un cellulare.

Garanzia dei depositi: perché i tuoi soldi sono al sicuro sul tuo conto corrente

I sistemi di garanzia dei depositi tutelano i soldi che hai depositato sul tuo conto corrente. Ecco come.