Persone che camminano per un centro storico durante il natale.

Fai attenzione alle 5 truffe tipiche del periodo natalizio

Non lasciare che i truffatori ti rovinino le feste. Scopri le 5 truffe più frequenti del periodo di festa per proteggere al meglio il tuo conto!

6' di lettura

Il periodo che precede il Natale è tradizionalmente dedicato agli acquisti per i propri cari o alle azioni di beneficenza. Con l’incremento del flusso di denaro, però, aumentano anche i truffatori, pronti ad approfittare della stagione degli acquisti mettendo in pratica diversi tipi di truffe, vecchie e nuove. Conoscere le minacce può aiutarci a non cadere nelle trappole dei malintenzionati. Di seguito ti illustriamo i campanelli d’allarme da tenere d’occhio per riconoscere alcune delle truffe più comuni durante il periodo natalizio: in questo modo potrai difenderti e proteggere il tuo conto da qualsiasi attacco!   

5 truffe tipiche delle festività: ecco come evitarle

Quando la stagione dei saldi entra nel vivo, i truffatori si impegnano al massimo per sfruttare a proprio vantaggio il boom degli acquisti. Per ingannare le loro vittime, si avvalgono di una serie di tecniche che spesso prevedono il ricorso all’ingegneria sociale. Prima di iniziare a fare shopping, leggi con attenzione le caratteristiche delle truffe del periodo natalizio più frequenti. 

Phishing

Ogni anno, i truffatori inviano milioni di email e SMS di phishing fingendo di lavorare per aziende affidabili come Amazon e Apple o per autorità e istituzioni locali. Spesso, approfittando del periodo di festa, in questi messaggi i malintenzionati parlano di presunti problemi con la consegna di un pacco, ti comunicano che hai diritto a uno sconto speciale o ti avvisano che il tuo account ha subito un attacco hacker. Nella maggior parte dei casi, i messaggi di phishing contengono un link che rimanda a un sito web fittizio in cui ti viene richiesto di inserire i tuoi dati personali o che potrebbe infettare il dispositivo con un malware.

I nostri consigli per non cadere nella trappola del phishing: 

  • Ignora tutte le email e gli SMS provenienti da mittenti che non conosci 
  • Se ricevi un messaggio da un’azienda, accedi al tuo account o contatta l’assistenza clienti per verificare che la comunicazione sia autentica
  • Non cliccare mai sul link contenuto in un messaggio che ti sembra sospetto
  • Non condividere mai dati o informazioni personali se non hai la certezza che si tratti di un sito web ufficiale

La sicurezza in N26

In N26, la sicurezza è la nostra priorità. Scopri un'esperienza di mobile banking al 100%.
La sicurezza in N26
illustrazione che mostra uno scudo verde come segno di sicurezza e protezione.

Truffa di beneficenza

Durante le feste sono tante le persone che decidono di effettuare donazioni per contribuire a una buona causa. I truffatori sfruttano la generosità delle loro vittime per derubarle, ad esempio fingendosi membri di organizzazioni per la raccolta fondi a seguito di calamità naturali o crisi umanitarie. In questo senso, chiedono donazioni tramite email, siti web fittizi o sui social media. Il denaro versato dalle vittime, tuttavia, non arriverà mai a chi ne ha davvero bisogno, ma finirà dritto dritto nelle tasche dei truffatori.

I nostri consigli per non cadere nella trappola della falsa beneficenza:

  • Informati facendo delle ricerche: prima di effettuare una donazione, fai alcune ricerche in rete per verificare che l’organizzazione di beneficenza in questione sia legale
  • Effettua donazioni solo attraverso piattaforme affidabili: non versare mai denaro direttamente su un conto e non inserire le tue coordinate bancarie su un sito web dall’aria sospetta
  • Se hai dei dubbi, rinuncia alla donazione e devolvi il tuo denaro a un’organizzazione di beneficenza affidabile

Negozi fake

I negozi fake aumentano a dismisura durante le festività. Assomigliano in tutto e per tutto a shop online che vendono articoli costosi a prezzi stracciati. In questo caso, i truffatori raggirano le loro vittime spingendole a utilizzare metodi di pagamento poco trasparenti, come bonifici e carte regalo, per poi volatilizzarsi insieme al denaro ricevuto. Nella maggior parte dei casi, i negozi fake sembrano assolutamente credibili, ma esistono diversi campanelli d’allarme a cui bisogna prestare attenzione. 

I nostri consigli per non cadere nella trappola dei negozi fake:

  • Se l’offerta è troppo bella per essere vera, probabilmente è falsa. Molti negozi fake fingono di vendere una vasta gamma di articoli, i cui prezzi sono sempre super scontati
  • Osserva con attenzione la qualità delle immagini e il design della pagina. Stai in guardia anche da errori grammaticali e di ortografia nonché da recensioni poco plausibili
  • Spesso i negozi fake non forniscono dati di contatto o informazioni su resi e rimborsi, e non hanno una pagina di presentazione da consultare
  • La maggior parte dei negozi fake utilizza metodi di pagamento non sicuri, come bonifici, acquisti tramite carte regalo o app di terzi sospette

Truffe sui social media

Le truffe sui social media si presentano sotto forma di annunci pubblicitari falsi che vengono postati su canali social come TikTok, Facebook e Instagram e rimandano a negozi fake. In questa stagione degli acquisti, potrà capitarti di incrociare diverse pubblicità di articoli molto richiesti a prezzi così convenienti da non essere realistici.

I nostri consigli per non cadere nella trappola delle truffe sui social media:

  • Verifica l’account di chi ha postato l’annuncio. Se l’account ha un numero di follower molto basso e sembra essere stato creato di recente, molto probabilmente si tratta di una truffa
  • Se l’annuncio in questione rimanda a un negozio online tramite link, controlla se il sito presenta delle anomalie. Verifica ad esempio se le immagini sono di bassa qualità, se mancano i dettagli di contatto o se ci sono errori di ortografia
  • Fai attenzione a metodi di pagamento inconsueti. Se le opzioni di pagamento offerte dal negozio sono esclusivamente il bonifico o la carta regalo, abbandona subito il sito. Se hai dei dubbi o qualcosa ti sembra strano, fidati del tuo intuito e non effettuare alcun acquisto

Viaggi truffa

Poiché sono tante le persone che desiderano viaggiare durante le festività, i truffatori sfruttano al meglio questa situazione creando falsi portali di prenotazione voli ed email di cancellazione che rimandano a siti fittizi. Acquistando il proprio volo utilizzando un metodo di pagamento poco sicuro, le vittime finiscono per inviare il proprio denaro direttamente ai truffatori. 

I nostri consigli per non cadere vittima dei viaggi truffa:

  • Non fidarti di siti web e annunci che promuovono voli dal prezzo scontatissimo
  • Se un link o un annuncio rimanda a un sito web su cui prenotare un volo, cerca di capire se si tratta di un portale falso. I segnali a cui prestare attenzione sono di solito errori di ortografia, struttura atipica del sito web, mancanza di dati di contatto e immagini di scarsa qualità. Se hai dei dubbi, acquista i tuoi biglietti solo tramite una compagnia aerea affidabile
  • Se ricevi un’email che ti avvisa della cancellazione del tuo volo, puoi verificarne l’autenticità contattando direttamente la tua compagnia aerea

Il tuo denaro con N26

Per noi di N26, la sicurezza ha la massima priorità. Tutte le Mastercard N26 sono infatti protette dalla tecnologia 3D Secure. Inoltre, in caso di attività sospette sul tuo conto potrai bloccare la tua carta direttamente dall’app in pochi clic. E non finisce qui: grazie alle notifiche in tempo reale avrai il tuo conto sempre sotto controllo e potrai gestire le tue finanze in tutta serenità. Dai un’occhiata ai nostri conti per trovare quello adatto a te.

Di N26

Love your bank

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali ed economiche fare riferimento ai fogli informativi. Limitazioni alla nuova clientela N26. La Succursale Italiana di N26 è stata recentemente oggetto di un provvedimento da parte della Banca d'Italia.

Articoli correlati

Ti potrebbero anche interessare...

Impara a distinguere le comunicazioni di N26 dai messaggi fraudolenti

I truffatori possono spacciarsi per rappresentanti di N26 con l’obiettivo di rubare i dati dei clienti. Scopri in che modo ti contatta N26 in modo da riconoscere eventuali truffe.

Dott.ssa Anastasia Kotovskaia, LL.M.

Cybersecurity e resilienza operativa: le sfide per il settore finanziario

La dottoressa Anastasia Kotovskaia, esperta di mercati finanziari, rivela come le aziende stiano rafforzando la sicurezza informatica e quali sfide normative si prospettino per il settore.

Donna che tiene un cellulare.

Garanzia dei depositi: perché i tuoi soldi sono al sicuro sul tuo conto corrente

I sistemi di garanzia dei depositi tutelano i soldi che hai depositato sul tuo conto corrente. Ecco come.