Bandiera francese e codice a barre.

Tutti i buoni motivi per viaggiare in Francia

Da Parigi alla Costa Azzurra, dalla Normandia alla Provenza, la Francia è così varia che il vero problema non è scegliere dove andare, ma cosa escludere. Leggi per scoprire di più.

7' di lettura

Viaggiare in Francia: chi di noi non ha mai visitato il paese d’Oltralpe? Eppure c’è tanto da scoprire, o da riscoprire: città da vedere e posti da visitare in Francia ce ne sono sempre, anche per il connoisseur più incallito. Continua a leggere per scoprire i nostri consigli su cosa vedere e cosa serve per viaggiare tranquilli in Francia tra documenti e questioni pratiche per partire tranquilli.

Documenti per viaggiare in Francia 

Per viaggiare in Francia non servono particolari documenti, dato che il paese è parte dell’Unione Europea e del trattato di Schengen, per cui provenendo da un’altra nazione UE non si necessitano visti né passaporti. È comunque bene assicurarsi di portare con sé un documento di identità valido, e il tuo codice fiscale o tesserino sanitario.

In Francia ai tempi del Covid

La Francia è uno di quei paesi che applica ancora controlli e restrizioni Covid. Come puoi leggere sul sito dell’Ambasciata italiana in Francia, bisogna presentare l’attestato di vaccinazione alla compagnia di trasporto e alle autorità di controllo alla frontiera. Attualmente è richiesta la terza dose vaccinale, tranne che per il vaccino monodose.

Se invece non sei vaccinato devi presentare, alla compagnia di trasporto e alle autorità di controllo alla frontiera, il tampone negativo (risultato negativo di un test molecolare di meno di 72 ore dalla partenza o test antigenico di meno di 48 ore), o un certificato di guarigione (risultato positivo di un test molecolare o antigenico effettuato da più di 11 giorni e meno di 6 mesi dalla partenza. Questo certificato è valido solo per sei mesi dalla data del test). Le misure non valgono per i minori di 12 anni. Ti consigliamo comunque di consultare sempre il sito ufficiale dell’Ambasciata perché le regole per viaggiare in Francia possono cambiare.

Scopri N26 Spaces

Usa N26 Spaces per organizzare facilmente i tuoi soldi e risparmiare per i tuoi obiettivi.
Scopri i vantaggi di un sottoconto
Diversi spazi N26 per risparmiare denaro.

Il budget per viaggiare in Francia

Prima di partire, e prima ancora di decidere dove andare, la mossa fondamentale per organizzare il tuo viaggio in Francia è stabilire un budget. Ovviamente dipende da quanto hai risparmiato in vista del viaggio, ma non può prescindere da una serie di fattori. Soprattutto riguardanti la durata e la compagnia: con quante persone ti muovi? Da solo, in coppia, con amici, in famiglia? Ognuna di queste opzioni determina un tipo di viaggio e quindi di spesa diversi, riguardo al volo, all’albergo, ai pasti, ai trasporti, ai souvenir e ai divertimenti. Ricordati, viaggiare con poco è sempre possibile e ci sono dei trucchi per ogni voce del budget, ad esempio per risparmiare sul volo

Gestire i tuoi soldi durante il viaggio in Francia

Un altro punto che bisogna affrontare è come gestire i soldi e le spese mentre si viaggia in Francia. Si tratta di un paese UE quindi ci sono una serie di vantaggi dati dall’interazione dei sistemi bancari e dalla moneta unica. Se preferisci la carta di credito o di debito per i pagamenti, anche i più piccoli, in Francia non sarà un problema. Se però viaggi fuori dalle città, o anche solo per sicurezza e per eventuali emergenze, ti consigliamo di avere dei contanti: anche in questo caso niente panico, gli sportelli ATM per prelevare sono ovunque. Valuta però le eventuali commissioni, che dipendono dalla tua carta: le transazioni all’estero sono regolate in modo diverso da ogni banca.

Viaggiare in Francia: assicurazioni e imprevisti

L’ideale per tutelarsi in caso di imprevisti, è di affidarsi a un’assicurazione viaggio. Considera che ormai le agenzie di viaggio non sono le uniche a offrire assicurazioni extra. I problemi possono sorgere in caso di ritardo nel volo o di cancellazione del viaggio per vari motivi, ma ci si tutelare anche in caso di infortuni e malattie con un’assicurazione sanitaria, e fai attenzione se perdi la carta di credito

In Francia, come altrove all’estero, è fondamentale seguire rapidamente questa procedura: bloccare la carta contattando la propria banca, o ancora meglio tramite numeri unici +33 0 892 705 705 (0,34 €/min) e +33 1 47 77 72 00 per American Express, poi sporgere denuncia al commissariato di polizia più vicino ed eventualmente rivolgersi al consolato o all’ambasciata per assistenza.

Proteggi i tuoi beni

Proteggi il tuo laptop, tablet, smartwatch o smartphone in caso di danni o furto con N26.
Scopri le assicurazioni con N26

Cosa visitare in Francia 

È il momento di partire. Bisogna decidere cosa visitare in Francia, i posti  in cui andare, le città da includere nell’itinerario.

Città da visitare in Francia

Naturalmente, non è Francia senza Parigi: piena di monumenti rinomati a livello mondiale, tra cui il Louvre, Notre Dame, l'Arco di Trionfo e il Sacro Cuore, insieme a una miriade di musei e gallerie d’arte. Più di sei milioni di persone visitano la Torre Eiffel ogni anno. Ma il fascino di Parigi è anche semplicemente la flânerie: passeggiare per la città senza un obiettivo particolare, godendosi semplicemente la città. Scoprirai luoghi meno conosciuti, da parchi e piazze nascoste a vivaci pezzi di street art e graziosi bar e brasseries.

Dal lato opposto, abbiamo il sud con la Costa Azzurra e Nizza: mare e panorami spettacolari (soprattutto nella strada che porta al Principato di Monaco), Nizza è ideale per provare un vita glamour e sentirsi un po’ vip.

Lione invece ha musei eccezionali, una vita culturale dinamica, locali affollati, una fiorente università e negozi curati. Lione è anche celebrata come la capitale gastronomica della Francia (anche se altre città rivendicano il primato): è pur sempre la città natale di Paul Bocuse, uno degli chef più famosi e apprezzati di sempre. I buongustai avventurosi possono sbizzarrirsi nelle loro fantasie gastronomiche: non vorrai lasciare la città senza aver assaggiato alcune specialità lionesi in un bouchon (piccolo bistrot). 

Altri posti da visitare in Francia

Dalle montagne al mare, passando per luoghi unici e percorsi enogastronomici: quanto di meglio offre la Francia forse si trova lontano dai grandi centri. È famosissimo per esempio Mont St-Michel, in Normandia, l’abbazia che a seconda delle maree passa da isola a promontorio: camminare sulle acque è un’esperienza da vivere, da fare rigorosamente con una guida.

La leggendaria stazione sciistica di Chamonix, poi, ti offre divertimento e panorami spettacolari anche se non sei pratico di sport invernali, e anche se non la visiti in inverno: anzi, è senza neve che dà il suo meglio tra sentieri per escursioni a piedi o in bicicletta.

Per gli amanti del vino le alternative sono diverse. Si può scegliere tra la regione dello Champagne, con il suo paesaggio di vigneti ondulati che è stato dichiarato patrimonio Unesco e le visite ai piccoli produttori che fanno grande questo prodotto, e la Route des Vins d’Alsace, con le sue lussureggianti viti verdi, i castelli arroccati e montagne immerse nella nebbia. I vini d’Alsazia li potrai degustare sempre, ma se puoi scegliere una stagione per la visita è perfetto l’autunno, quando le piante di vite sono cariche di grappoli e i colori del paesaggio sono incredibili.

Poi ci sono i megaliti di Carnac, antecedenti a quelli di Stonehenge in Inghilterra, i romantici e sfarzosi castelli della Loira, i villaggi della Provenza tra i profumi di lavanda e gli echi dei numerosi pittori che la regione ha storicamente attirato da tutto il mondo: Cézanne, Van Gogh, Renoir, Matisse, Chagall, Picasso e Klee. Insomma, hai l’imbarazzo della scelta.

Viaggiare in Francia: i trasporti

La Francia vanta una fitta rete di trasporti pubblici utilizzato con frequenza da un elevato numero di passeggeri: nel 2019, il 73% delle persone che vivono nelle aree urbane ha utilizzato i mezzi pubblici almeno una volta al mese. Il trasporto pubblico in Francia è ben strutturato, il che significa che è facile spostarsi nel paese in treno, autobus, metropolitana nelle città, ecc. Inoltre, dispone di ottimi collegamenti ferroviari e stradali con i paesi limitrofi. Famosa per i suoi treni ad alta velocità (TGV) la Francia da qualche anno offre anche alternative economiche per i viaggi a lunga percorrenza: ci sono infatti varie compagnie private di bus che coprono la maggior parte del territorio.

Scopri N26 You

Assicurazione inclusa, offerte esclusive e prelievi gratis in tutto il mondo.
Scopri N26 You (nuova tabella)
5 carte di debito N26 You di colore diverso.

Viaggia in Francia con N26

Ora non ti resta che scegliere e partire. Fai tesoro delle nostre raccomandazioni e ricorda i vantaggi di un conto N26 che possono venirti incontro proprio per molte delle esigenze appena viste: da una carta per prelievi e pagamenti all’estero senza commissioni, fino alle assicurazioni di viaggio su misura per te.

Articoli simili all'argomento

Di N26

La banca che ti conquisterà.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali ed economiche fare riferimento ai fogli informativi. Limitazioni alla nuova clientela N26. La Succursale Italiana di N26 è stata recentemente oggetto di un provvedimento da parte della Banca d'Italia.

Articoli correlati

Ti potrebbero anche interessare...
Ombrelloni a strisce bianche e rosse su una spiaggia.

5 destinazioni soleggiate per l'inverno raggiungibili in meno di 5 ore

Ma quando arriva l’estate? Se hai bisogno di una pausa dal freddo, leggi la nostra guida alle migliori destinazioni per ritrovare un po’ di sole senza nemmeno dover uscire dall'Europa.

Mappa dell'Europa con perni.

Viaggiare da pro: 6 trucchi per viaggiare in inverno

Viaggio invernale in vista? Dai un'occhiata a questi trucchetti per pianificare la tua vacanza e fare le valigie senza uscire di testa.

Quando conviene prenotare un volo? Viaggiare spendendo poco

Scopri come gestire il budget dei voli aerei nella maniera più efficiente possibile e prenotare le tue vacanze risparmiando.