Fotografo indipendente con una macchina fotografica e un computer portatile.

Le migliori piattaforme freelance per far crescere la tua attività

Le piattaforme per freelance sono un ottimo modo per trovare nuovi progetti e ampliare il parco clienti. Ti consigliamo 4 portali tra i più utili e diffusi.

4' di lettura

Le piattaforme per freelance consentono a chiunque di trasformare il proprio talento, le proprie competenze o il proprio hobby in denaro. Se stai cercando un lavoro extra o desideri aggiungere nuovi progetti interessanti al tuo portfolio, unirti a uno di questi siti web potrebbe essere il modo più semplice per ampliare la tua attività.

Che cos'è una piattaforma per freelance?

Le piattaforme per freelance sono portali online che mettono in collegamento le aziende e i liberi professionisti. 

Come freelance puoi creare il tuo profilo e descrivere il tuo mix di competenze, la tua esperienza lavorativa e altri attributi che potrebbero essere importanti per il datore di lavoro (ad esempio dove ti trovi, o quali lingue parli). La maggior parte delle piattaforme per freelance incoraggiano i freelance a caricare esempi del loro lavoro, creando una versione del loro portfolio facilmente accessibile a chiunque visualizzi il profilo. 

Ciò che rende i siti web per freelance uno strumento davvero valido sono il feedback integrato e i sistemi di valutazione. Più lavoro riesci a ottenere su queste piattaforme, maggiori saranno i feedback (positivi) e le valutazioni che potrai generare. I freelance di maggior successo tendono a trarre vantaggio dal loro ottimo posizionamento nei risultati di ricerca, ottenendo così più visualizzazioni sul profilo e, di conseguenza, più lavoro.  

Ogni piattaforma possiede una sua struttura, un algoritmo di classificazione e un sistema di pagamento integrato. Esamina tutte le opzioni disponibili e scegli la piattaforma per freelance che fa al caso tuo. 

Giovane, Smart e Freelance - Luna, set designer e modella

1. Fiverr

Fiverr è uno dei siti web per freelance tra i più popolari al mondo. A differenza di molti dei suoi concorrenti, Fiverr si distingue per l'offerta di gig. I freelance possono inserire le proprie competenze o i propri servizi e commercializzarli a potenziali datori di lavoro, anziché presentare offerte per singoli progetti. Che cosa conta come gig? Qualsiasi cosa, da un'offerta per la creazione di un piano di contenuti per un blog fino alla progettazione di un logo o di una t-shirt. L'aspetto più importante delle gig è che consente sia al freelance che all'azienda di sapere esattamente qual è il budget a disposizione prima ancora che inizi il lavoro. 

2. Upwork

Con oltre 5 milioni di utenti e 3 milioni di lavori presenti ogni anno sulle sue pagine, Upwork è senza dubbio una delle piattaforme tra le più popolari. Il lato negativo? Il sistema di prezzi a più livelli: la piattaforma si attribuisce il 20% dei tuoi guadagni fino a che non raggiungi un determinato importo di fatturazione con un cliente. Se sei disposto ad accettare tariffe più basse all'inizio del tuo percorso di lavoro su Upwork e quindi crearti una reputazione e imparare a negoziare, allora questa piattaforma fa al caso tuo. 

IPad di un libero professionista su una scrivania, accanto a una pianta e una tazza.

3. PeoplePerHour

PeoplePerHour, leader europeo nel mercato dei liberi professionisti, combina il concetto di gig di Fiverr con le offerte di Upwork per offrire ai freelance una gamma completa di opzioni. Ogni mese, i freelance hanno a disposizione un numero limitato di proposte gratuite che possono fare per un progetto. Una volta superato questo numero, occorre acquistare crediti per continuare a fare offerte. Su PeoplePerHour le gig si chiamano hourlies e i freelance possono definire autonomamente il loro prezzo e i termini di consegna. 

4. Freelancer.com

Il sito Freelancer.com è noto per i suoi bassi costi di commissione e per la vasta gamma di lavori offerti dai liberi professionisti. Alcuni progetti vengono pagati all'ora, alcuni hanno la forma di concorsi e altri ancora vengono proposti partendo da un budget fisso. Il processo di creazione di un profilo su Freelancer è identico a quello di tutte le altre piattaforme e non prevede difficoltà o step ostici.

Computer portatile sulla scrivania, accanto alla lampada e una pianta.

Considerazioni finali

Dedica del tempo alla ricerca della migliore piattaforma per freelance in base alle tue esigenze. Oltre ai portali che ti abbiamo appena elencato, sono disponibili numerosi siti web specializzati nella ricerca di lavori specifici, come ad esempio Dribble per i designer o Writer Access per gli scrittori. I fattori chiave da tenere in considerazione per la valutazione di questi mercati sono la struttura tariffaria, il budget medio per i progetti e i tipi di lavori freelance più comuni. Ricorda che la creazione del profilo e della reputazione sulle richiede tempo e impegno, quindi, indipendentemente dal percorso che decidi di intraprendere, concentrati su uno o due siti senza sprecare le tue energie in troppe piattaforme diverse.


Le tue finanze da freelance con N26

Se stai compiendo i primi passi della tua carriera da freelance e hai bisogno di un supporto pratico, sappi che N26 è al tuo fianco. Ti offre un conto gratuito per freelance e liberi professionisti che ti fa guadagnare lo 0,1% di cashback su tutti i tuoi acquisti e ti consente di pagare gratuitamente con la tua carta in tutto il mondo. Quando sei freelance, il tempo è denaro: per questo ti bastano pochi minuti per aprire un conto N26 e puoi farlo direttamente da smartphone.

Di N26

La banca che ti conquisterà.

Articoli correlati

Ti potrebbero anche interessare...
Primo piano di una giovane freelance.

Quanto guadagna un freelance? Una guida alle tariffe

Scopri quali sono i paesi e i settori più accattivanti per i freelance dal punto di vista delle tariffe orarie.

Una freelance che lavora al computer con le cuffie.

Lavorare come freelance in Italia da expat: cosa devi sapere per iniziare

Ecco tutto quello che ti serve per svolgere la tua attività freelance in Italia.

Primo piano di un giovane freelance.

Freelance in Italia? Ecco le 9 migliori città italiane per te

Scopri quali sono le città più a misura di freelance da Nord a Sud Italia.