Finanza personale: i nostri consigli per gettare le basi per un futuro sereno

Qual è il modo migliore per tutelare il tuo futuro benessere finanziario? Inizia oggi stesso a pianificare le tue finanze personali!

9' di lettura

Quando si tratta di gestire le proprie finanze personali, pensare a una strategia a lungo termine è importantissimo. Prevedere cosa ci riserva il futuro è difficile: ecco perché avere un piano può dare una grossa mano, soprattutto quando in gioco ci sono i nostri soldi e la sicurezza dei nostri risparmi.

Anche se può sembrare complicato, siamo qui per aiutarti. Ci sono moltissimi consigli e trucchetti che possono aiutarti a semplificare il processo di pianificazione finanziaria in pochi semplici passaggi. In questo articolo, ti diamo qualche suggerimento su come creare un piano di risparmio che ti aiuterà a raggiungere i tuoi obiettivi finanziari durante le diverse fasi della tua vita.

Innanzitutto, partiamo dalle basi. Cosa si intende per pianificazione delle finanze personali?

  • È un piano dettagliato che prende in considerazione diversi anni nel futuro.

  • Non è riservata a chi ha molti soldi da parte, ma vale per tutti.

  • Un piano finanziario ti aiuta ad affrontare le sorprese della vita.

  • Comprende informazioni dettagliate su entrate, risparmi, investimenti, spese, debiti e polizze assicurative.

  • Ti dà una mano quando si tratta di saldare eventuali debiti e risparmiare per un mutuo, un fondo di emergenza o la pensione.

La creazione di un piano finanziario richiede un po’ di tempo, ma ti assicuriamo che ne vale la pena. Di seguito ti proponiamo la nostra guida in 3 punti:

Il primo passo verso la creazione di un piano finanziario personale è spesso quello più difficile. Dovrai farti domande importanti come "dove ti vedi tra cinque, dieci, o trent'anni?". Questo ti inviterà a riflettere su ciò a cui dai valore nella vita. Uno dei modi migliori per affrontare questi grandi quesiti è quello di pensare a che tipo di vita vorresti avere in futuro, senza soffermarti troppo sui dettagli.

Magari immagini di comprarti una casa, avere dei figli, pagare loro gli studi e infine andare in pensione senza preoccupazioni finanziarie. O forse preferisci l’idea di viaggiare intorno al mondo, non avere figli o andare in pensione in anticipo? Qualunque sia lo stile di vita che scegli, questo avrà un impatto sul tuo piano finanziario personale, dato che avrà un ruolo chiave nel raggiungimento dei tuoi obiettivi.

Secondo la regola del 50/30/20, è consigliabile destinare il 20% del reddito al netto delle imposte ai tuoi risparmi. Ma quando hai diversi obiettivi a lungo termine, capire come suddividere questa somma non è così scontato. Vuoi destinare il 15% alla pensione e il 5% al fondo d'emergenza? Oppure preferisci risparmiare per ogni obiettivo in modo sistematico? In questi casi, il trucco è definire le tue priorità: e questo ci porta al prossimo passo.

Ora che hai un'idea generale dello stile di vita che vorresti avere nei prossimi trent'anni, è importante ordinare i tuoi obiettivi di risparmio in base alle tue priorità, in modo che corrispondano effettivamente al tuo progetto. Ad esempio, se vuoi iniziare a risparmiare per un mutuo, figli e pensione futuri, le tue priorità potrebbero essere queste:

  1. Risparmiare per pagare l'acconto per una casa

  2. Risparmiare per garantire un supporto economico ai tuoi figli

  3. Risparmiare per la pensione

Chiaramente, alcune di queste priorità possono sovrapporsi. Potresti pagarti la pensione e allo stesso tempo mettere soldi da parte per un fondo destinato ai tuoi figli; ma dato che, con ogni probabilità, i tuoi figli avranno bisogno del tuo sostegno prima che tu vada in pensione, stabilire le tue priorità diventa necessario. Se prendiamo l'esempio di andare in pensione in anticipo e viaggiare per il mondo, nel tuo piano finanziario personale potresti dare priorità ai seguenti obiettivi:

  1. Risparmiare per andare in pensione in anticipo

  2. Iniziare a mettere soldi da parte per i tuoi prossimi viaggi

Visto che mettere soldi da parte per il pensionamento anticipato richiede somme abbastanza sostanziose, è meglio iniziare a farlo il prima possibile. In questo caso, potrai iniziare a risparmiare per i tuoi viaggi intorno al mondo non appena avrai messo da parte i soldi dedicati al tuo pensionamento anticipato.

Se non hai la certezza di riuscire a risparmiare per la tua pensione a 20 o 30 anni, vedila così: mettiamo che tu abbia 30 anni e guadagni 40.000 € lordi all'anno. Se nei prossimi 35 anni (e quindi fino a quando compirai 65 anni) metti da parte l'8% del tuo reddito, potrai contare su un fondo pensione del valore di circa 157.000 €. Questa cifra tiene conto della rendita, di un tasso d'inflazione del 2% e di un rendimento del fondo del 6%.

Una volta che avrai un’idea dei tuoi prossimi obiettivi, è importante tenere sotto controllo la tua attuale situazione finanziaria. La pianificazione delle finanze personali richiede la creazione di un budget basato su tutte le entrate e le uscite, in modo che tu possa distinguere le spese necessarie dai desideri. Ecco come puoi stabilire un budget:

  1. Annota tutte le tue entrate e uscite per un periodo di 30 giorni.

  2. Raggruppa tutte le tue spese e suddividile in costi variabili e fissi. I costi fissi sono quei costi che si ripresentano ogni mese, come l'affitto, l'assicurazione della tua auto o le bollette della luce e del gas. I costi variabili, invece, possono appunto variare nel corso del mese, e includono per esempio la spesa al supermercato, le uscite con gli amici o il parrucchiere.

  3. Fai una stima dei tuoi costi variabili e identifica le aree in cui potresti fare dei tagli.

  4. Definisci una parte dei tuoi costi variabili che puoi destinare ogni mese al tuo fondo di risparmio. In questo caso, la regola del 50/30/20 potrebbe rivelarsi uno strumento prezioso. L'idea è quella di destinare il 50% del tuo reddito ai costi fissi, il 30% ai costi variabili e il 20% ai fondi di risparmio.

  5. Ricontrolla il tuo budget ogni mese e, se necessario, apporta delle modifiche. Sicuramente non potrai mettere da parte la stessa somma ogni mese. Anziché scoraggiarti per il fatto di aver perso di vista i tuoi obiettivi per un attimo, impara ad accettare che questi alti e bassi fanno parte del processo di pianificazione delle finanze personali.

Adesso che hai le idee chiare sui tuoi obiettivi e gli strumenti necessari per gestire il tuo budget, puoi iniziare a pensare alle prossime fasi del processo di pianificazione finanziaria. Un po' come quando definisci le tue priorità pensando ai tuoi obiettivi finanziari, la pianificazione delle finanze personali si basa su una serie di criteri da rispettare prima di iniziare a risparmiare per i tuoi obiettivi prefissati: per esempio, saldare dei debiti, mettere soldi da parte per un fondo di emergenza e accertarsi di avere un'adeguata copertura assicurativa.

Prima di iniziare a risparmiare per il mutuo o il pensionamento anticipato, è importante saldare eventuali debiti in sospeso, soprattutto quelli con interessi elevati, per esempio quelli su un prestito ad alto tasso di interesse. Pagando cifre elevate solo per far fronte agli interessi, finirai per ridurre notevolmente la somma mensile da destinare al tuo progetto di risparmio. Se non altro, cerca di ripagare almeno l'importo minimo richiesto ogni mese per evitare di indebitarti ulteriormente.

Un fondo di emergenza ti protegge dagli imprevisti della vita. Proprio come una rete di sicurezza finanziaria che ti aiuta a non perdere di vista gli obiettivi di risparmio, un fondo di emergenza dovrebbe essere usato per far fronte a una crisi, per esempio se:

  • Perdi improvvisamente il lavoro e quindi la tua principale fonte di reddito

  • Hai bisogno di trasferirti per prenderti cura di un familiare malato

  • Si verifica una recessione improvvisa o una crisi a livello globale

Nella migliore delle ipotesi, il tuo fondo di emergenza dovrebbe equivalere alla somma dei tuoi costi fissi nell'arco di 3-6 mesi (affitto, luce e acqua, assicurazione auto eccetera), ma puoi anche scegliere di includere i tuoi costi variabili (spesa, uscite con gli amici, abbonamento alla palestra). Considera per esempio che, se lavori come freelance o vivi in una famiglia unipersonale, la tua situazione finanziaria potrebbe essere potenzialmente più vulnerabile rispetto a quella di chi ha un contratto di lavoro dipendente o vive in coppia. Per questo motivo, potrebbe essere una buona idea risparmiare per coprire 6 mesi piuttosto che 3. In questo modo, ti garantisci una rete di sicurezza sufficiente per aiutarti a rimetterti in piedi.

Così come un fondo di emergenza ti protegge da spiacevoli sorprese, un'assicurazione ti protegge da costi considerevoli che potrebbero danneggiare in modo significativo i tuoi obiettivi di pianificazione delle finanze personali. Prepararsi adeguatamente per gli imprevisti può farti risparmiare molti soldi in futuro, oltre a darti maggiore sicurezza.

Se per esempio il tuo appartamento si allaga e non hai un'assicurazione sulla casa, oppure vieni coinvolto in un incidente stradale e la tua auto non è assicurata, rischi di dover pagare ingenti somme di denaro che, in alcuni casi, richiedono anni per essere saldate. Poter contare su un fondo di emergenza e una buona copertura assicurativa, quindi, significa riuscire a rispettare i propri obiettivi di risparmio, anche quando le cose si fanno difficili.

Adesso che hai gettato le basi per una rete di sicurezza finanziaria con un fondo di emergenza e un'assicurazione adeguata, puoi iniziare a risparmiare per i tuoi obiettivi finanziari a lungo termine. Uno di questi è risparmiare per la pensione: anche se può sembrare un traguardo molto lontano, è bene iniziare a farlo il prima possibile.

Quanto prima inizi a risparmiare, tanto più puoi approfittare dell'interesse composto presente in molti fondi pensione. Si parla di interesse composto quando l'interesse accumulato dai tuoi risparmi inizia a maturare. Per esempio:

  • Ogni anno, per cinque anni, versi 2.000 € in un fondo pensione con un tasso d'interesse del 5%.

  • Dopo il primo anno avrai accumulato 2.000 € più il 5% di 2.000 €, pari a 100 €. Quindi, il primo anno avrai guadagnato 2.100 €.

  • Dopo aver messo da parte altri 2.000 € il secondo anno, avrai accumulato 4.100 € più il 5% di 4.100 €, pari a 105 €. Quindi, alla fine del secondo anno avrai guadagnato 4.205 €.

  • Quando il tuo interesse inizia a produrre interessi in modo progressivo, dopo cinque anni avrai guadagnato 11.172 €, di cui 1.172 € provenienti da interessi composti.

Ricorda che alcuni fondi pensione prevedono anche detrazioni fiscali, facilitando ancora di più il risparmio!

Puoi gestire la pianificazione finanziaria per conto tuo, oppure farti aiutare per creare il tuo piano e monitorarlo nel corso degli anni. Ecco 5 esempi di strumenti di pianificazione finanziaria personale:

  • Servizi di gestione del portafoglio

  • Pianificazione finanziaria olistica e consulenza in materia di investimenti

  • Servizi di pianificazione finanziaria online

  • App e software per la pianificazione finanziaria

  • Consulenti finanziari

Quando si tratta di organizzare le tue finanze a modo tuo, N26 ti offre tutte le funzionalità di cui hai bisogno per mettere soldi da parte senza sforzo. Spaces, per esempio, ti consente di creare spazi separati dal conto principale per organizzare il tuo denaro e risparmiare per i tuoi obiettivi. Puoi anche impostare le tue Regole per trasferire automaticamente denaro dal tuo conto ai tuoi spazi, con la frequenza che decidi tu. Scopri qui come approfittarne al meglio.

Articoli correlati

Ti potrebbero anche interessare...