Mani impegnate a scrivere su un computer portatile.

Polizza assicurativa: cos’è e come funziona

Una polizza assicurativa ti consente di tutelare al meglio te stesso, i tuoi beni o il tuo patrimonio. Leggi la nostra guida e scopri subito come funziona.

6' di lettura

La vita di tutti i giorni molto spesso ci richiede di proteggere noi stessi, i nostri cari e i nostri beni, oggi e per il futuro, nel miglior modo possibile. Assicurazione RC auto, polizza sulla casa o sulla vita, assicurazione per gli animali domestici e tanto altro: il mondo assicurativo è pieno di offerte che ti permettono di usufruire di una protezione aggiuntiva a seconda delle tue necessità. Ma ti è mai capitato di chiederti che cosa sia una polizza assicurativa, e come funzioni? Vediamolo insieme.

Cos’è una polizza assicurativa? I diversi tipi di contratto

Il termine polizza indica un documento ufficiale che attesta la stipula di un contratto assicurativo. La validità di questo documento è sancita dall’articolo 1882 del codice civile italiano, il quale dichiara che un contratto assicurativo deve attestare l’obbligo di un assicuratore a rivalere (ovvero, a risarcire in denaro) l'assicurato del danno ad esso prodotto da un sinistro, previo pagamento di un premio

Il contratto di assicurazione, dal punto di vista giuridico:

  • Deve sempre avere forma scritta e l’oggetto deve essere specificato nella maniera più chiara possibile
  • È consensuale e obbligatorio, ovvero, che chi lo contrae ha degli obblighi
  • È aleatorio, ovvero si basa su eventi indipendenti dalla volontà delle parti

Una polizza, inoltre, contiene i riferimenti a questi termini assicurativi:

  • La durata temporale della copertura assicurativa
  • Le conseguenze derivate dal mancato pagamento del premio assicurativo
  • L’eventuale possibilità di cederla, vincolarla o darla in pegno
  • Possibili limitazioni alla copertura assicurativa, come la franchigia, ovvero se il contratto prevede che l’assicurazione non copra una quota del danno (o addirittura, tutto il danno), che andrà a carico dell'assicurato in caso di liquidazione del sinistro
  • Il massimale dell’assicurazione: il massimo risarcimento rimborsabile dall’ente assicuratrice.

Prima di stipulare una polizza, la compagnia assicuratrice prepara una proposta di polizza per il contraente dopo che questi ne ha fatto richiesta ufficiale. Finché non si è arrivati alla firma, si può annullare ovvero dare disdetta di una polizza assicurativa tramite una semplice revoca. Se non diversamente indicato nel contratto, la copertura assicurativa ha validità dalle ore 24 ore del giorno successivo alla firma e da quel momento è necessario fare richiesta di recesso di contratto, i termini della quale dipendono dal tipo di polizza stipulata.

Una polizza assicurativa prevede due soggetti? In realtà, i soggetti coinvolti, oltre all’assicuratore, che rappresenta la compagnia assicuratrice, sono tre, che possono coincidere o meno:

  • il contraente (chi paga la polizza)
  • l’assicurato (chi beneficia della polizza)
  • il beneficiario (il soggetto che percepirà un indennizzo se si manifesta l’evento assicurato).

Esistono moltissimi tipi di polizze diverse e, di conseguenza, tipi di contratti. In generale, le polizze si raggruppano in due macro aree:

  • Polizze ramo danni: tutelano l’assicurato da eventi che possono danneggiare i beni, la persona o il patrimonio
  • Polizze ramo vita: polizze stipulate al fine di garantire un capitale a beneficiari prescelti e indicati nel contratto di assicurazione, nel momento in cui si verifica l’evento assicurato.

Polizze ramo danni

 Le polizze ramo danni tutelano i beni, la persona e il patrimonio e si dividono in:

  • Assicurazioni “danni contro le cose”: includono tutte le coperture assicurative contro eventi come furti, incendi o calamità naturali, che possono recare danno a dei beni materiali, ad esempio la casa o l’auto
  • Assicurazioni “danni contro le persone”: queste tutelano l’assicurato ed eventualmente il suo nucleo familiare da casi di infortunio, malattia o da altre situazioni legate alla salute che possono limitarne le capacità lavorative
  • Assicurazioni su “patrimonio e spese”: l’assicurato, in questo caso, viene tutelato da rischi finanziari o commerciali, come disagi economici o altre difficoltà che possono causare una variazione in negativo del patrimonio. In questo gruppo rientrano le polizze che assicurano attività produttive, macchinari o altri strumenti di lavoro. 

Alle polizze ramo danni appartengono anche le assicurazioni per la responsabilità civile che tutelano l’assicurato da danni che lui stesso potrebbe causare a terzi con il proprio comportamento. L’RC Auto è un esempio di questo tipo assicurazioni ed è obbligatoria per legge in Italia e in molti altri Paesi.

Polizze ramo vita

Le assicurazioni sulla vita si distinguono in diverse tipologie:

  • Polizze “caso vita”: un capitale o una rendita viene riconosciuta dalla compagnia assicuratrice all’assicurato nel caso in cui questi sia in vita alla scadenza del contratto.
  • Polizze “caso morte”: la compagnia di assicurazione si impegna al pagamento di un indennizzo verso il beneficiario del contratto qualora si verifichi il decesso dell’assicurato. Le polizze di questo tipo possono essere temporanee, se il pagamento è previsto solo nel caso in cui il decesso avvenga nel corso della durata del contratto, oppure a vita intera, se la compagnia si impegna a provvedere al pagamento in qualunque momento della vita si verifichi il decesso (il contratto copre l’intera vita dell’assicurato).
  • Polizze “miste”: la compagnia è tenuta a corrispondere il capitale se l’assicurato è ancora in vita alla scadenza del contratto di assicurazione, ma prevede anche il versamento di una quota al beneficiario nel caso si verifichi il decesso dell’assicurato durante il periodo contrattuale.
  • Polizze “index-linked”: sono prodotti ad elevato contenuto finanziario il cui risultato è legato all'andamento di un particolare indice collegato alla polizza, in genere relativo all'evoluzione dei mercati azionari. Queste polizze hanno una scadenza predefinita e, solitamente, il contraente versa un premio unico in cambio di un capitale pari al premio versato, rivalutato in base all'incremento registrato dall'indice di riferimento nel periodo di durata del contratto. Questo significa che, alla scadenza, viene almeno restituito il capitale investito.
  • Polizza “unit-linked”: Contratto di assicurazione sulla vita ad elevato contenuto finanziario in cui la prestazione dell'assicuratore dipende dall'andamento del valore delle quote di fondi di investimento interni o esterni all'impresa di assicurazione.
  • Polizza rivalutabile: Contratto di assicurazione sulla vita che prevede che il premio assicurativo versato dal contraente e le prestazioni dell'assicuratore si rivalutino annualmente secondo il rendimento di un fondo a gestione separata in cui confluiscono i premi raccolti e investiti dalla compagnia assicuratrice.

Nello specifico, esistono sei “rami” di polizze vita:

  • Ramo I: sulla durata della vita umana. Questa è la forma di assicurazione più tradizionale
  • Ramo II: nuzialità (matrimonio) e natalità, ad esempio polizze assicurative per il matrimonio
  • Ramo III: assicurazioni finanziarie, collegate a investimenti del risparmio (Unit Linked, Index Linked)
  • Ramo IV: polizze per malattia e non autosufficienza, garantiscono una rendita in caso venga a mancare la completa autosufficienza
  • Ramo V : capitalizzazione e liquidazione di un capitale a scadenza
  • Ramo VI : gestione di fondi collettivi per erogazione di prestazioni caso morte, vita, impiego. In questo gruppo rientrano, ad esempio, i fondi pensionistici complementari, che offrono un sussidio pensionistico aggiuntivo a quello previsto dal sistema contributivo.

Proteggi quello che conta con N26

Con questo articolo speriamo di averti offerto più chiarezza sul mondo delle polizze assicurative. Come avrai capito, tutelare se stessi e i propri beni al giorno d’oggi è sempre più importante e N26, la banca 100% digitale adatta a tutte le tue esigenze che ti permette di gestire il tuo denaro e mettere soldi da parte dal tuo smartphone, in qualsiasi luogo e in tempo reale, lo sa bene: per tutti i clienti N26, infatti, sono disponibili diversi tipi di assicurazione, sia che tu voglia assicurare il tuo laptop, la tua bici o i tuoi animali domestici. Ti abbiamo incuriosito? Vieni a scoprire i nostri conti

Di N26

La banca che ti conquisterà.

Articoli correlati

Ti potrebbero anche interessare...

Cos'è il consolidamento debiti?

Consolidare più debiti diversi in uno unico con un singolo pagamento mensile può avere molti vantaggi, ma potrebbe non essere la soluzione adatta a ogni situazione.

Cos'è la ristrutturazione del debito?

Ristrutturare il tuo debito potrebbe significare consolidare i tuoi debiti in un unico pagamento più gestibile o esplorare opzioni per ottenere la loro riduzione o remissione. Scopri come funziona.

N26 You.

Carta di credito, di debito e prepagata: ecco le differenze

Quali competenze freelance occorrono per avere successo sul mercato? Ecco alcuni lavori da freelance che potresti prendere in considerazione.