Come organizzare le finanze di una famiglia monoreddito

Organizzare il bilancio familiare con un solo reddito può essere difficile, ma seguendo questi semplici consigli potrai utilizzare le tue entrate in maniera ottimale.

6' di lettura

Prendersi cura dei bambini è bello ma anche impegnativo, particolarmente se la famiglia è monoreddito. Tuttavia, avere un budget limitato non significa limitare la propria vita. Tenere le spese sotto controllo può sembrare difficile, ma ti suggeriamo alcuni semplici passaggi per organizzare al meglio le tue finanze. Continua a leggere per scoprire alcuni semplici consigli.

Perché una famiglia monoreddito deve pianificare le spese 

Il bilancio familiare ti aiuta a fissare un tetto di spesa e a controllare le tue finanze, specialmente se sono limitate. Stilando un bilancio potrai organizzarti mensilmente, raggiungere gli obiettivi di risparmio o ripagare i debiti. Se rivedere il bilancio diventerà un’abitudine, potrai sempre monitorare le tue spese, ottimizzarle o capire quando è il momento di limitarle. 

Consigli per vivere al meglio con un unico reddito

Prima di stilare un budget in base al tuo reddito attuale, prova a chiederti se e come potresti incrementarlo. Segui questi consigli lampo e valuta se sia possibile aumentare le tue entrate:

  • Controlla le agevolazioni disponibili: oggigiorno sono molte le agevolazioni offerte alle famiglie monoreddito, quindi provvedi a presentare domanda per quelle che ti spettano. Potrebbe trattarsi di sovvenzioni per le spese domestiche, indennità di accompagnamento o di un bonus baby sitter. Consulta i bandi pubblicati dall’amministrazione locale per scoprire se puoi fare domanda.

  • Cerca di estinguere anticipatamente i debiti: valuta quanto ti costano i tuoi debiti, ad es. le carte di credito o i prestiti studenteschi. Estinguendoli in anticipo non solo migliorerai il tuo rating creditizio, ma avrai anche a disposizione il denaro che spenderesti in interessi.

  • Ottimizza i tuoi risparmi: risparmiare è sempre un ottimo inizio, e via via ti permette di costruirti un futuro migliore. Sfrutta i siti web di comparazione per trovare i conti deposito con i migliori tassi di interesse e magari valuta le varie soluzioni di investimento, ad esempio fondi o titoli azionari.

3 passaggi per stilare un bilancio per una famiglia monoreddito

1. Elenca tutte le spese mensili 

Creare una lista di tutte le spese mensili non è difficile: inizia a stilarla e poi aggiornala ogni mese. Puoi monitorare i tuoi acquisiti consultando online l’estratto conto della carta di credito o di debito, oppure controllare gli scontrini. Pensa alle principali categorie di spesa:

  • I costi essenziali includono l’affitto, le spese per l’accudimento dei figli, le spese mediche, i generi alimentari e l’auto. Puoi includere anche le bollette, la connessione internet, i premi delle assicurazioni e le tasse. 

  • Le spese per lo svago possono essere quelle per cinema o pasti fuori casa. 

  • Poi inserisci le spese una tantum che hai sostenuto negli ultimi 12 mesi. Poiché spesso si tratta di imprevisti, vale sempre la pena di inserire nel tuo bilancio un fondo di emergenza. 

2. Suddividi il tuo bilancio 

Un ottimo modo per analizzare le tue spese è applicare la regola 50/30/20

  • il 50% del tuo reddito dovrebbe essere destinato alle necessità quotidiane 

  • il 30% alle spese extra e allo svago

  • il 20% ai risparmi

Utilizzando la lista stilata al punto 1, fai un confronto fra le tue spese mensili e queste 3 categorie. Se i tuoi costi differiscono notevolmente dalla regola 50/30/20, è ora di riconsiderare le tue abitudini di spesa. Rivedi la categoria delle necessità e valuta se sia possibile includere alcune voci di spesa fra gli extra/gli svaghi, ad esempio lo shopping. 

Non sai da dove partire? Scegli una banca che pensa a tutto per te e ti aiuta a comprendere meglio le tue abitudini di spesa grazie alle Statistiche e alla categorizzazione delle transazioni. 

3. Scopri dove tagliare

Per una famiglia monoreddito risparmiare può sembrare impossibile, ma spesso bastano pochi, piccoli cambiamenti per fare la differenza. Ecco alcuni consigli per tagliare i costi in modo semplice e veloce:

  • Servizi e utenze: controlla i tuoi pagamenti attivi per vedere se ti è stata automaticamente applicata una tariffa più alta, in tal caso usa i siti web di comparazione per trovarne di più basse. Segnati quando scadranno i tuoi altri contratti, così potrai cercare l’offerta migliore al momento giusto.

  • Trasporti: se usi i mezzi pubblici per andare al lavoro, forse può essere conveniente un abbonamento mensile. E se le distanze non sono eccessive, puoi andare a piedi o in bici: risparmierai e ti terrai in forma! L’auto comporta molte spese, quindi confronta le diverse polizze per scegliere la più conveniente. Se il budget lo consente, potresti anche acquistare un nuovo modello che consuma meno.

  • Lo shopping è un piacere da concedersi di tanto in tanto, ma prima di uscire occorre sempre avere una lista per evitare gli acquisti d’impulso. Fare shopping online è un ottimo modo per trovare le offerte migliori tra i diversi rivenditori.

  • Fitness: se non vai in palestra da 6 mesi, è probabile che non ci tornerai tanto presto, quindi disdici l’abbonamento. In alternativa, il jogging è eccellente per la salute, non costa nulla e può essere praticato a qualsiasi livello.

  • Svago: organizzare uscite con i bambini è molto stimolante per loro, ma non deve per forza costare un capitale. Cerca attività gratuite nelle vicinanze: gallerie d’arte, passeggiate nella natura o musei.

Stilare e seguire un bilancio richiede un po’ di ricerche, ma il tempo e gli sforzi ti ripagheranno in futuro.

Ora che hai ideato un programma chiaro per accrescere i tuoi risparmi, devi trovare una banca che li faccia fruttare. Con puoi avere fino a 10 spazi separati dal conto principale per organizzare e raggiungere i tuoi obiettivi di risparmio. Puoi anche dare un nome a ciascuno spazio per monitorare meglio i tuoi obiettivi e impostare Regole o tra gli spazi e il tuo conto principale per risparmiare con facilità. 

Chiedi aiuto nei momenti difficili

Mandare avanti la casa e occuparsi dei figli è impegnativo per qualunque famiglia, e quando si vive con un solo reddito può capitare di imbattersi in difficoltà economiche. Ma esistono molti modi di trovare aiuto. Innanzitutto, parlane con il tuo istituto finanziario, per vedere se è possibile ridurre le rate di prestiti e finanziamenti. Controlla se esistono programmi di aiuti alle famiglie in difficoltà per cui fare richiesta. 

Anche se non è facile, se hai problemi finanziari parlane con le persone care. Discutendo della situazione con amici e familiari potrai scaricare lo stress e magari ricevere conigli utili o addirittura un aiuto economico. 

Leggi la nostra guida al risparmio nei momenti difficili.

Il tuo denaro con N26

Se sei un genitore o tutore single con un solo reddito, è importante che la tua banca ti sia di aiuto. Con N26 puoi ricevere notifiche in tempo reale sulle transazioni, così potrai sempre tenere sott’occhio i tuoi soldi. Inoltre, puoi fissare limiti alle spese e ai prelievi quotidiani direttamente con l’app N26. Scopri tutte le

Se devi risparmiare per le attività e i viaggi in famiglia, N26 fa al caso tuo. Tutti i conti N26 includono fantastiche offerte che vanno dai viaggi allo svago, così potrai usufruire di ottimi prezzi e rimanere nel tuo budget.

Di N26

La banca che ti conquisterà.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali ed economiche fare riferimento ai fogli informativi.

Articoli correlati

Ti potrebbero anche interessare...